La Casa delle Libertà crolla, l’Udc resta in piedi. Questo il sintesi il bilancio post-elettorale tracciato dai vertici della terza forza del centrodestra nell’incontro con la stampa avvenuto questa mattina. “Vorrei innanzi tutto fare un augurio a Massimo Rossi per il suo nuovo incarico” ha esordito il segretario comunale Paolo Turano. “Nonostante la sconfitta rimediata dalla nostra coalizione, il risultato dell’Udc si può definire ottimo. Gli elettori hanno premiata la linea politica portata avanti dal nostro partito”.

“I dati di San Benedetto sono chiari- ha proseguito Turano- alle provinciali del ’99 prendemmo l’1,9% dei consensi mentre attualmente siamo al 5,6. Nei collegi di San Benedetto i nostri candidati sono andati oltre le previsioni: Lorenzetti ha raccolto addirittura l’8%, chiaro riconoscimento per l’ottimo lavoro svolto in Giunta, nel collegio del centro Giudici si è difeso bene contro le candiature forti di An e Forza Italia, mentre a Porto d’Ascoli, roccaforte dei Ds, Costantini, alla sua prima esperienza politica, ha ottenuto un eccellente 5,11%. A lui, in particolare, va il nostro ringraziamento per il grande lavoro svolto in campagna elettorale”. Turano si è detto soddisfatto anche per il risultato raggiunto alle elezioni europee. Nella circoscrizione centro l’Udc ha toccato quota 4,4%.

Sulla stessa lunghezza d’onda il segretario provinciale del partito, Raffaele Tassotti: “Il voto all’Udc non è stato istintivo ma si è rivelato il frutto di una riflessione degli elettori. Lo dimostra la nostra crescita, costante nel tempo e senza eccessive impennate. Notevole è stato il risultato raggiunto in ambito provinciale, dove siamo addirittura arrivati all’8,3%, percentuale ben superiore alla media nazionale. Gran parte del merito di questo successo va ascritto ai nostri candidati, persone di grande spessore umano e professionale. Due nostri rappresentanti sono stati eletti in consiglio provinciale. Daremo il nostro apporto e saremo critici laddove saranno privilegiati gli interessi di partito”.

I tre candidati dell’Udc a San Benedetto hanno proposto una breve lettura del voto. Lapidario l’assessore Lorenzetti: “Tra due giorni ci sarà ci ritroveremo in Giunta con l’obiettivo di affrontare i problemi reali della città. Le persone non vogliono parole ma risposte concrete ai propri bisogni”. Polemico il consigliere comunale Pietro Giudici: “Speravo di ottenere un risultato migliore ma sono comunque soddisfatto, considerando che nel collegio del centro c’erano candidature forti. Giovanni Gaspari in una dichiarazione rilasciata alla stampa si è riferito a me parlando di risultato disastroso. Rispondo solo che rispetto alle precedenti elezioni ha avuto il doppio dei voti”.

Molto soddisfatto il candidato del collegio di Porto d’Ascoli, Costantini: “Mi sono buttato in questa nuova esperienza con grande entusiasmo e gli elettori mi hanno premiato. Penso di aver fatto un bel lavoro”.

Analizzato dettagliatamente l’esito del voto, i vertici dell’Udc hanno affrontato il tema ‘caldo’ della probabile verifica che nei prossimi giorni potrebbe mutare il destino della Giunta Martinelli. “Valuteremo sicuramente gli effetti del voto sull’Amministrazione” ha commentato il consigliere comunale Giuseppe Nico. “Mi piacerebbe che fosse la stessa Giunta a rilanciare l’azione amministrativa”. Più prudente il segretario provinciale Tassotti: “Se verrà richiesto, faremo una valutazione pacata del voto. Il nostro obiettivo resta, però, quelle di concentrare ogni energia su proposte concrete”.

“Mi auguro che ogni eventuale riflessione non si protragga troppo nel tempo” la risposta del consigliere comunale Pierluigi Tassotti. “Restano due soli anni per dimostrare alla città il buon lavoro svolto fino ad oggi”. Duro, infine, il commento del senatore Amedeo Ciccanti: “Abbiamo perso maledettamente male. I risultati hanno confermato le preoccupazioni che avevamo prima del voto. Certo, il nostro partito è stato premiato rispetto alle altre forze della Cdl”.

“Questa debacle deve essere un monito per la classe dirigente” ha concluso il senatore. “Gli elettori ci hanno dato un mandato per governare. L’Amministrazione di San Benedetto sta lavorando molto bene ma spesso cancella con le chiacchiere quanto di buono sta facendo. Parafrasando la sinistra, sarebbe il caso di dire ‘facciamoci del bene’. Non si può assistere ad un’altra crisi di Giunta. A tal proposito faccio appello al buon senso del Sindaco: vada avanti con l’attuale squadra di governo, non c’è bisogno di fare ulteriori cambiamenti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 112 volte, 1 oggi)