Sono otto gli artisti provenienti da tutto il mondo che dal 20 al 26 giugno abbelliranno ulteriormente la passeggiata del molo sud. È infatti giunta alla nona edizione la Rassegna “Scultura Viva?, una vetrina per gli artisti che lavorano la pietra e nello stesso tempo un arricchimento per la città intera.

Le nuove sculture si andranno ad aggiungere a quelle realizzate nelle precedenti edizioni nei primi duecento metri del molo. L’obbiettivo di quest’anno era anche quello di apporre, nei blocchi inutilizzati dagli scultori, delle targhe con impresse delle poesie, ma problemi temporali hanno rimandato questa iniziativa al prossimo anno.

L’Assessore alla Cultura del Comune di S. Benedetto Bruno Gabrielli dopo aver ringraziato l’arch. Piernicola Cocchiaro per il rinnovato impegno con cui prepara l’organizzazione della Rassegna, ha sottolineato come “si sta avendo sempre maggior premura per questa zona di città, che si sta cercando di arredare. La passeggiata è stata abbellita e l’illuminazione oltre a permettere la visione notturna delle sculture, rende il molo più sicuro.?

Carlo Melloni, curatore artistico della rassegna fin dalla prima edizione, precisa che “all’interno della Rassegna la qualità scultorea non è sempre omogenea, e manifestazioni concomitanti escludono alcune importanti partecipazioni.?

L’architetto Piernicola Cocchiaro insieme all’Associazione “l’altrArte?, curatore organizzativo per conto del Comune della rassegna, sottolinea come quello che si svolge a S. Benedetto sia un evento unico nel suo genere; e aggiunge che, proprio per permettere il proseguo della manifestazione, dal prossimo anno si batterò in prima persona per fare in modo che gli artisti possano ambire ad un compenso di almeno 1000 euro; attualmente gli scultori devono infatti accontentarsi di 775 € nette per un lavoro che può richiedere anche una settimana di impegno costante.

Il costo dell’intera operazione, 15000 euro, è per i due terzi a carico del Comune di S. Benedetto, affiancato dal contributo della Provincia di Ascoli Piceno e da sponsor privati, come l’Ipercoop, la Fondazione Carisap, la tipografia Fast Edit e la trattoria “Molo Sud?. Gli scultori saranno poi ospitati gratuitamente nelle strutture alberghiere della nostra città durante la rassegna grazie al contributo dell’Associazione Albergatori “Riviera delle Palme?.

I macchinari, compressori d’aria e serbatoio per l’aria compressa, sono forniti dalla ditta Elettropneumatica di Porto d’Ascoli, che garantisce anche l’assistenza tecnica agli scultori. E come sottolinea Francesca Marconi Sciarroni, che rappresenta la Elettropneumatica, grazie al coinvolgimento di una ditta americana, quest’anno verranno forniti anche utensili elettrici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 1 oggi)