Nel pomeriggio di ieri alle 15.28 l’Ancona Calcio ha diramato il seguente comunicato stampa:

“L’Ancona Calcio S.p.A. informa che l’Ufficio Indagini della F.I.G.C., ha convocato per i prossimi giorni alcuni Tesserati e Dirigenti per essere ascoltati a seguito di apposita segnalazione a suo tempo effettuata dalla stessa Società biancorossa circa presunti contatti o fatti avvenuti in occasione della gara Ancona-Chievo Verona dello scorso campionato di serie A?.

Un nuovo tassello dunque va ad aggiungersi al già intricato “puzzle? dello scandalo calcio-scommesse. Il lavoro dell’Ufficio Indagini della Figc è cominciato questa mattina (alle ore 11) con le audizioni del vice di Galeone, Maurizio Trombetta, e del massaggiatore dell’Ancona, Salvatore Gnisci.

Il tecnico invece, sentito nel pomeriggio (alle ore 18) ha dichiarato che “I giocatori fecero una brutta partita contro il Chievo perché ce l’avevano con me probabilmente. Secondo me è stata una partita pulita?.

Per i giocatori del club biancorosso appuntamento a domani: verranno ascoltati Giampiero Maini, l’ex romanista Luigi Sartor, il croato Drazen Bolic, il portiere Magnus Hedman e Mauro Milanese. I presidenti dei due club coinvolti, Pieroni e Campedelli, dovrebbero essere sentiti venerdì.

Per bocca dello stesso Pieroni la segnalazione della società biancorossa all’Ufficio Indagini era avvenuta pochi giorni dopo la gara in questione – disputata il 25 aprile scorso – dunque con anticipo rispetto allo scoppio dello scandalo del calcio scommesse. Il presidente dorico si è inoltre detto ignaro del fatto che nei giorni scorsi mister Galeone ed alcuni giocatori siano stati interrogati dalla Guardia di Finanza del capoluogo marchigiano su delega del pm di Ancona Irene Bilotta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 144 volte, 1 oggi)