Martedì 8 Giugno siamo andati all’incontro che la lista “Impegno per Cupra?, in vista delle prossime elezioni comunali, ha organizzato nell’abitazione di Mazza Nazzareno, dove il candidato Sindaco Nicolino Calvaresi, con i candidati consiglieri, ha illustrato i vari punti che compongono il loro programma e la loro proposta elettorale.

La candidata Boiocchi, parlando della lista e ricordando le varie anime che la compongono, ha precisato: “Ci hanno paragonato ad un’Armata Brancaleone o ad un minestrone, ma ricordiamo che il minestrone è un piatto, ottimo, della dieta mediterranea, sono senz’altro peggiori certe minestre riscaldate, come l’amministrazione Torquati?

Poi il candidato Sindaco ha preso la parola contestando “il metodo amministrativo della giunta attuale, dove si è visto prevalere l’interesse dei privati su quello pubblico.

Nella questione di villa Bugiardini ( e, di conseguenza, del sottopasso in via Kennedy), c’è stato un accordo di programma che è diventato uno scempio. Serviva un sottopasso che collegasse la SS 16 al lungomare, ma quello realizzato unisce solo via Kennedy al lungomare Romita.

Come opposizione in consiglio abbiamo contestato l’ubicazione e l’aspetto economico, mancando nell’accordo di programma un prevalente interesse pubblico, poiché si permette di realizzare, su un’area a destinazione a verde inedificabile, 17000 m³ di nuovi fabbricati?.

E continuando: “Noi proponiamo un modello alternativo, basato sul metodo partecipativo, consultando gli organismi già esistenti, come i comitati di quartiere, facendo incontri periodici con la cittadinanza e creando delle commissioni competenti per i vari assessorati. Il dialogo con i cittadini deve esserci già in fase concertativa?.

La discussione si è poi spostata sul “Piano Regolatore Generale approvato, realizzato con una logica clientelare, dove non si è prevista una zona ad attrezzatura pubblica. Noi vogliamo adottare un Piano Regolatore di tipo Perequativo, che permette di superare i vincoli e di non avere la disparità delle aree, dando così ad ogni terreno un indice fondiario, anche a quelli vincolati. Sarà il comune a scegliere ed indirizzare dove costruire e spostare la volumetria?

Si è parlato poi della necessità di un nuovo piano regolatore del traffico e di una riforma nel calcolo della tassa comunale sui rifiuti, che dovrebbe passare dal sistema di calcolo a m² ad un metodo tariffario.

Al termine ha preso la parola Ugo Rossi (candidato anche in Provincia) che, ha esposto l’importanza di alcune questioni da portare avanti sia in comune che in provincia: la difesa dell’ordine pubblico, con battaglie contro la malavita e la droga; la necessità di aiutare i giovani nella ricerca e difesa di un posto di lavoro; l’importanza e l’attenzione agli anziani, creando strutture adeguate; il sostegno a portatori di handicap e immigrati nel processo di integrazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 113 volte, 1 oggi)