L’avvocato Enzo Nucifora, direttore sportivo del Chieti e braccio destro di Antonio Buccilli, si defila temporaneamente dal ruolo di “guida? dell’imprenditore pescarese riguardo l’acquisto della Samb.

“In questo momento sono in attesa della trattativa di cessione del Chieti, che si dovrebbe concludere domani – spiega Nucifora – Dopodiché Buccilli si dovrebbe accordare con Gaucci per l’acquisto della Samb.?

Fin qui tutto lineare: ma Nucifora è ancora convinto di questa avventura?

Dopo l’incontro della settimana scorsa a Perugia ero più ottimista – conferma Nucifora – Ripeto, la trattativa la devono condurre Buccilli e Gaucci e soltanto il tipo di accordo che sarà condotto tra le due parti potrà chiarire quale potrà essere il mio ruolo e quale quello della Sambenedettese nel prossimo campionato.

Nucifora, lei conosce benissimo la piazza di San Benedetto: cosa le ha raffreddato l’entusiasmo iniziale?

Conosco molto bene anche il calcio, e dico che fare una grande squadra fin da questo campionato non è semplice. Spiego meglio: da Chieti non riusciamo a portare nessun giocatore, tranne eventuali accordi successivi. A San Benedetto dobbiamo pagare sette contratti di giocatori che, tranne Borneo, non ritengo essenziali per una squadra che voglia vincere il campionato (Cottini, Taccucci, Gennari, Maury, Martusciello e Martini in comproprietà con la Vis, ndr). Ci vogliono dunque venti giocatori nuovi per una squadra competitiva: ma ricostruire una squadra partendo da zero, anche se con giocatori di valore, non è detto che funzioni. Potremmo lottare per la Serie B ma chi esclude che restiamo impelagati nelle zone basse del girone? A San Benedetto in questo momento non esiste una struttura di squadra, soltanto Gaucci, con il parco giocatori che ha a disposizione, potrebbe in qualche modo riparare a questa lacuna.

Non ci sono vie d’uscita?

Io sono un semplice dipendente e tutto dipenderà dall’accordo, lo ripeto, che ci sarà tra Buccilli e Gaucci. Se Gaucci chiede il pagamento tutto in contanti, lascia a San Benedetto tutti i giocatori che a secondo me sono superflui, allora, per quanto mi riguarda, non ho intenzione di illudere nessuno: in questo caso i costi di gestione diventerebbero altissimi perché bisogna comprare almeno altri quindici giocatori in un solo anno, rischiando tra l’altro di non centrare gli obiettivi ambiziosi. A queste condizioni, la Samb costa quattro volte più del Chieti.

Nucifora dunque abbandona Buccilli?

No, anche se, ad esempio, a Chieti farebbero di tutto per confermarmi. Ma non è questo il problema: se Gaucci dilaziona il pagamento e ci evita di pagare dei giocatori di cui la Samb non ha bisogno…Insomma, io sto alla finestra e valuto l’evoluzione della situazione.

E se invece di puntare in maniera dichiarata alla Serie B si pensasse ad un discorso di programmazione?

Ma io questa piazza la conosco e so che chi è qui non può tirarsi indietro. Io alla Samb ci tengo e proprio per questo voglio evitare facili illusioni. Il rischio, oltretutto, è che la trattativa tra Buccilli e Gaucci vada per le lunghe, mentre siamo arrivati già a metà giugno e bisogna subito organizzare la prossima stagione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 88 volte, 1 oggi)