Da notizie stampa emerge la possibilità della fine del rapporto Gaucci-Samb. Ci sorge spontaneo un sentimento di riconoscenza verso di Voi a cui va dato il merito di averci ridato categorie degne della piazza, togliendoci dall´inferno del dilettantismo, livello mai conosciuto prima dalla gloriosa Sambenedettese 1923.

Il nostro rapporto è stato quello tipico tra due soggetti passionali, nel quale l´equilibrio è sepolto dall´istintività.

Istintività esplosa dopo Samb-Benevento con la contestazione verso di Voi, derivante anche e soprattutto da situazioni mal digerite come la Vostra scarsa presenza durante tutta la reggenza, la vicenda Agnello, gli strali dell´estate 2003, e lo smembramento di una struttura vincente (squadra, tecnici e dirigenti della Samb 2002-2003) con la quale, con pochi ritocchi, avremmo fatto certamente meglio di una squadra che avrebbe dovuto fare la C2 (Catanzaro).

Nonostante tutto sopra descritto e nonostante il campionato appena concluso in maniera deludente, alla notizia della vendita del Catania l´ambiente sambenedettese ha reagito con gioia, nella convinzione che ciò significasse un Vostro maggiore impegno alla causa Samb, per il mantenimento della promessa serie B.

Anche se le motivazioni della suddetta vendita (“non posso avere due squadre nella stessa categoria”) avevano dimostrato la fondatezza di alcuni nostri dubbi da Voi sempre smentiti, il credito che Vi siete conquistati nell´ambiente sambenedettese aveva coperto tutto.

Eravamo convinti che con tutti i giocatori che avete sotto contratto, a prescindere dalla categoria in cui giocherà il Perugia nel prossimo campionato, era facile prevedere per il 2005-2006, il Perugia in A e la Samb in B. Noi continuiamo ad auspicare questo scenario, ma se decidereste di passare la mano Vi chiediamo di mettere la Samb in mani sicure e degne della piazza, per non cancellare quanto di buono fatto negli ultimi 4 anni.

Concludiamo con un´azzecatissima frase esposta dall´Onda D´Urto in curva nord del Riviera: QUALSIASI PRESIDENTE QUALSIASI CORDATA – SAREMO SEMPRE SU QUESTA GRADINATA; ed è proprio questo il valore della Samb, dimostrato dall´interesse reale che diversi soggetti hanno alla sua acquisizione, nonostante lo stato di crisi in cui versa il calcio.

Auspichiamo infine che tutti gli altri soggetti che ruotano intorno alla Samb siano all´altezza, allo scopo di avere uno stadio senza più problemi di capienza e con un prato non all´abbandono, e per superare l´incoerente blocco del traffico.

Cordiali Saluti dal Direttivo del Samb Club Offida

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 1 oggi)