Chiariamo la nostra posizione: ci fidiamo dell’avvocato Nucifora, che qualcuno a San Benedetto non ama, ma che crediamo uno degli uomini di calcio più esperti, almeno a livello di C. Tuttavia non è di sola esperienza che si fanno le grandi squadre. Serve il manico.

Buccilli ha condotto il Chieti dove mai era arrivato in passato. La formazione che ha battuto la Samb 3-1 è in grado di vincere il prossimo campionato, con Borneo al posto di Quagliarella. Ma nella vendita del Chieti Buccilli non potrà trattenere i gioielli sotto contratto del Chieti: Rajcic, Petitto, Medda, Cherubini, Lacrimini resteranno a Chieti. Per farli venire a San Benedetto servirà tanto cash, denaro contante.

Nella Samb, priva di settore giovanile, resteranno Borneo, Cottini, Taccucci, Maury, Martusciello e Martini. Troppo poco.

Siamo convinti che Buccilli viene a San Benedetto con l’intenzione di sbancare e puntare alla Serie B: altrimenti non avrebbe lasciato Chieti. Allo stesso modo, allestire una supersquadra partendo praticamente da zero, anche se l’allenatore sarà Nedo Sonetti, non sarà facile.

La tifoseria sembra accogliere positivamente la novità Buccilli-Nucifora: ma i due devono calcolare al meglio un rischio. Forse la tifoseria non è d’accordo, ma noi crediamo che, se la trattativa andrà in porto, sarà opportuno dire esattamente dove si vuole arrivare, sia nel prossimo campionato che negli anni a venire.

E poi, sia chiaro, Buccilli offre anche un assist agli imprenditori innamorati della Samb che vogliono dare una mano a questa città. Che si viva di vita nuova.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 91 volte, 1 oggi)