Linda: “A me piace la musica nera e il cantautorato italiano. Il successo certo rende tutto più frenetico, ma come persona non sono cambiata perché il mio equilibrio è lo stesso. Io apprezzo tutti i cantautori perché si espongono più degli stessi interpreti, e sono rimasta affascinata da Ferré perché lui gioca l’equilibrio tra regola e sregolatezza.

Come prospettive non manca mai progetti e creatività, per il resto quello che faccio non mi interessa.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 101 volte, 1 oggi)