Cannelli (Alternativa sociale di Alessandra Mussolini): “Siamo scesi in campo per una scelta ideale. Io provengo dal Msi e dal Fronte della gioventù, quindi non sprechiamo questa nostra identità. Siamo capaci di fare delle scelte non di opportunistiche ma ideali, recuperando i lavori della politica. Quando abbiamo visto che qualcuno voleva rinnegare quello che eravamo, allora io ho fatto una scelta, anche se ero in Alleanza Nazionale. Ma in provincia abbiamo anche perso tremila posti di natura. Ci proponiamo all’attenzione delle famiglie, con i valori dell’amore e dell’amicizia.?

D’Emilio (Partito Repubblicano Italiano): “Qualcosa non è funzionato con la giunta Colonnella. Noi non siamo né con la destra né con la sinistra: i programmi di tutti i gruppi sono stati fatti prima che ci fosse la divisione della provincia tra Fermo e Ascoli: chiunque verrà eletto potrebbe essere un presidente a termine, perché potrebbe venire un commissario per le operazioni di divisione. Bisogna comunque stabilire un concetto di città territorio da Ascoli a San Benedetto.?

Rosini (Lega Nord): “Per la prima volta siamo nel sud delle Marche, Siamo outsiders, dal 2001 che sono impegnato politicamente a San Benedetto. Solo io nel tempo ho appoggiato la provincia di Fermo in tempi non sospetti, perché il volere dei popoli supera sempre quello dei burocrati. Avremo un nuovo ente che ci consente di riformare il carrozzone della provincia di Ascoli, che ha addirittura 24 dirigenti. Dobbiamo trasformare questo treno inutile in una bicicletta poco costosa.

Cannelli (Alternativa sociale di Alessandra Mussolini): “Siamo scesi in campo per una scelta ideale. Io provengo dal Msi e dal Fronte della gioventù, quindi non sprechiamo questa nostra identità. Siamo capaci di fare delle scelte non di opportunistiche ma ideali, recuperando i lavori della politica. Quando abbiamo visto che qualcuno voleva rinnegare quello che eravamo, allora io ho fatto una scelta, anche se ero in Alleanza Nazionale. Ma in provincia abbiamo anche perso tremila posti di natura. Ci proponiamo all’attenzione delle famiglie, con i valori dell’amore e dell’amicizia.?

D’Emilio (Partito Repubblicano Italiano): “Qualcosa non è funzionato con la giunta Colonnella. Noi non siamo né con la destra né con la sinistra: i programmi di tutti i gruppi sono stati fatti prima che ci fosse la divisione della provincia tra Fermo e Ascoli: chiunque verrà eletto potrebbe essere un presidente a termine, perché potrebbe venire un commissario per le operazioni di divisione. Bisogna comunque stabilire un concetto di città territorio da Ascoli a San Benedetto.?

Rosini (Lega Nord): “Per la prima volta siamo nel sud delle Marche, Siamo outsiders, dal 2001 che sono impegnato politicamente a San Benedetto. Solo io nel tempo ho appoggiato la provincia di Fermo in tempi non sospetti, perché il volere dei popoli supera sempre quello dei burocrati. Avremo un nuovo ente che ci consente di riformare il carrozzone della provincia di Ascoli, che ha addirittura 24 dirigenti. Dobbiamo trasformare questo treno inutile in una bicicletta poco costosa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 103 volte, 1 oggi)