Il Sindaco Martinelli ha illustrato il progetto della piazza davanti alla chiesa di San Pio X°. “E’ l’unico passo del mio programma che ancora non siamo riusciti a realizzare. Prevediamo una piazza con due livelli di verde, un pavimento in pietra naturale, una fontana di discreta grandezza, percorsi ciclabili e pedonali.

Il costo, già in Bilancio, è di 650.000 euro: dipenderà anche dal costo dell’esproprio, necessario perché i proprietari dei terreni della zona hanno rifiutato l’accordo all’unaminità. Per ora presentiamo il nostro progetto preliminare?

Franceschini (Ds): “Qui si parla di nuova piazza, quando invece mancano addirittura le vie di accesso decenti a quella piazza!?

Gaspari (Ds): “In tanti anni e tante promesse, mai si era parlato di esproprio. Dopo tre anni di annunci la politica urbanistica di questo comune è un fallimento: portate a casa solo varianti di piani regolatori ottenuti con colpi di maggioranza del consiglio comunale.

Chiediamo di sapere a che punto si trova il Piano Regolatore, perché all’interno di quello strumento ci sono le risposte e le garanzie per la proprietà per l’ente pubblico. Oggi sappiamo che l’attività di esproprio avrà un inizio per la piazza di San Pio X°, ma non sapremo se e quando questa attività finirà. Il braccio di ferro diventerà sempre più duro e pesante.

Questa sera sta iniziando un problema che metterete sopra la città e che altri dovranno risolvere, perché voi non sapete ne affrontarlo né risolverlo. L’urbanistica si gestisce in altro modo.?

Felicetti (Pri): “Non sono così drastico come Gaspari. Ci sono stati anche troppi tentativi di accordo con i privati. Ma mi dichiaro favorevole?.

Replica il sindaco Martinelli: “Gaspari è molto abile nei suoi interventi ma devo fare alcune precisazioni. L’argomento non è stato affrontato con leggerezza, io mi sono interessato personalmente. Ma è sempre mancato l’apporto della minoranza in queste occasioni, anche nelle commissioni urbanistiche: non mi sembra che siate state molto latitanti. Rispondo anche a Franceschini: noi abbiamo rispetto dei cittadini! Riguardo le strade strette non le abbiamo fatte noi, ma chi ha governato prima. Noi stiamo riparando a tanti errori del passato, e dovremo riparare anche alle strade strette, ma intanto facciamo la piazza di San Pio X°, che il quartiere e la città attendono da anni!?

Gaspari fa la sua dichiarazione di voto: “Nel 2001, prima delle elezioni, il centrosinistra affermava che a livello urbanistico c’erano i Prusst, mentre il centrodestra diceva di smetterla con le varianti e fare un piano generale. La città vi ha premiato, ahimè. Dopo tre anni, è stata fatta una variante per il Mattatoio, la Stella Maris, la Piazza San Pio X°, l’università a Porto d’Ascoli, forse oggi ne voterete un’altra sul centro commerciale…Noi vigileremo affinché siano rispettate le promesse e le procedure.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 128 volte, 1 oggi)