È stata presentata questa mattina in Comune la manifestazione ‘La città a soqquadro’, evento organizzato e promosso dall’Associazione Systema, in collaborazione con l’assessorato alle politiche sociali del Comune di San Benedetto. Sono intevenuti i responsabili dell’Associazione Systema, Manuel Pucci e Francesco Ciarrocchi, il direttore del servizio politiche sociali per i minori, Dott.ssa Simona Marconi, gli assessori Piunti e Pompei.

L’iniziativa si svolgerà in concomitanza con la Giornata Mondiale del Gioco. San Benedetto sarà il punto di riferimento di questa manifestazione a livello nazionale. “L’Amministrazione comunale ha aderito con entusiasmo a quest’iniziativa- ha affermato il vicesindaco Piunti- perché è importante valorizzare il diritto al gioco, sancito dalla Convenzione Onu sui diritti del fanciullo”.

La manifestazione sarà aperta dal convegno ‘Diamo diritto al gioco’, che si terrà presso il cineteatro Calabresi sabato mattina dalle 9 alle 13. “Il dibattito coinvolgerà tutta la cittadinanza- ha spiegato il responsabile dell’associazione Systema, Francesco Ciarrocchi- ma riguarderà soprattutto i rappresentanti più autorevoli dell’animazione ludica e sociale, per porre l’attenzione sul problema della regolamentazione del diritto al gioco”.

Al convegno interverranno Giorgio Bartolucci, presidente del Centro Internazionale Ludoteche, Andrea Mori, presidente di ‘Ali per giocare- Associazione italiana ludobus e ludoteche’ e Anna Maria Venera, responsabile del Centro per la cultura ludica di Torino. Parteciperanno anche due esponenti del mondo accademico: il prof. Roberto Farnè dell’Università di Bologna e il prof. Piero Crispiani dell’Università di Macerata.

Parallelamente al convegno, in via Mazzocchi (ex mercatino del pesce) verrà inaugurata la mostra ‘I percorsi della memoria’, esposizione di giochi e giocattoli della tradizionale popolare italiana che resterà aperta dalle 10 alle 22.

Il momento più importante della manifestazione avrà luogo nel pomeriggio di sabato in Viale S.Moretti e Via Mazzocchi con i giochi in piazza (dalle 15.30 alle 20) per i bambini da ‘0 a 99 anni’. Il centro cittadino sarà invaso dai ludobus, mezzi mobili attrezzati per le attività ludiche dei più piccoli. Ad intrattenere i bambini ci sarà anche la ‘ludobici’, che porterà in giro dei simpatici spettacoli teatrali.

“Quest’iniziativa è solo il primo passo di un progetto che punta a far divenire San Benedetto la città del gioco” ha spiegato l’assessore alle politiche sociali per i minori, Nazzareno Pompei. “Un altro passaggio importante sarà la ludoteca comunale, che nascerà il prossimo autunno: non sarà solo un servizio offerto alle famiglie ma un vero e proprio laboratorio per la promozione delle attività ludiche. Il gioco è lo strumento principale che i genitori hanno per educare i propri figli”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 152 volte, 1 oggi)