Grazie al successo ottenuto a Venezia, e dopo il Premio Speciale per la Regia della sezione Controcorrente al Festival di Venezia 2003, la pellicola “Schultze vuole suonare il blues? è stata acquistata dall’Italia, dall’Olanda, dalla Svizzera e dagli USA, e ha trovato un distributore anche in Germania, suo paese d’origine.

Schultze è un minatore, e trascorre da sempre la sua vita in una piccola città tedesca. La sua esistenza si svolge tra il lavoro in miniera, al quale deve la sua tosse cronica, le visite in birreria, il piccolo orto familiare, la musica popolare e la pesca con la lenza. Quando Schultze e i suoi colleghi Manfred e Jürgen vengono mandati in pensione anticipata, Schultze scopre una vita oltre la miniera: la fisarmonica.

Un giorno sente alla radio un brano di musica Zydeco, un tipo di blues suonato con la fisarmonica; entusiasta per questo genere musicale parte per la Louisiana dove spera di apprenderne tutti i segreti.

Schultze vuole suonare il blues (Germania 2003, drammatico, durata 110’) di Michael Schorr sarà proiettato martedì 25 maggio alle ore 21,30 presso il cineteatro Calabresi. Il costo del biglietto è di euro 4,50 e l’ingresso è riservato ai soli soci FIC, la cui tessera, valida per le successive proiezioni, è acquistabile al botteghino al costo di euro 7.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 116 volte, 1 oggi)