Martedì sera l’ex tecnico della Samb Trillini è intervenuto telefonicamente alla trasmissione di Radio Azzurra, “Pianeta Samb�, condotta da Luca Bassotti. L’allenatore anconetano ha tenuto a precisare che inizialmente l’obiettivo della società era la valorizzazione dei giovani, obiettivo poi cambiato in corso. “Ci sono stati poi due mesi totali di confusione, dopo il ventilato disimpegno della famiglia Gaucci. La Samb ad ogni modo continuava a lottare per le prime posizioni, mentre inizialmente, per gli addetti ai lavori, avrebbe rischiato di essere invischiata nella zona play-out�.

Trillini non ha digerito il suo esonero. Oggi ancor più che dopo quel Samb-Giulianova in cui Gaucci lo esonerò: “Mi è dispiaciuto molto vedere che ci sono state delle speculazioni politiche. Prima del famoso Samb-Benevento si parlò molto di fantomatiche cordate, addirittura la domenica mattina su un giornale c’era la foto di mister Alessandrini che questa presunta cordata avrebbe scelto al mio posto.�

L’allenatore anconetano non è tenero neanche con il suo successore, Vullo, che più volte ha parlato di uno stato fisico approssimativo dei suoi giocatori. “Tutti i preparatori atletici conoscono come rimettere in sesto una squadra in un paio di settimane. Il fatto che si sia continuamente fatto riferimento a questo aspetto non è stato signorile. Ad ogni modo, sono contento delle parole di Luciano Gaucci che, nonostante mi abbia esonerato, ha detto pubblicamente di essersi sbagliato. Una cosa che Gaucci fa raramente.�

Trillini è a testa alta. “Sono stato esonerato dopo che nel girone di ritorno non avevamo mai perso, eravamo la terza squadra per punteggio e ad un solo punto dalla zona play-off. Non giocavamo bene ma stavamo lavorando molto sulla fase difensiva e nelle ultime quattro partite non avevamo subito reti. Sono convinto che sarei riuscito a centrare i play-off con questa squadra, con la quale non ho avuto mai problemi: lo testimoniano le molte telefonate che ho ricevuto in questi ultimi due mesi dai miei ex giocatori.�

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 88 volte, 1 oggi)