Calabria “ombelico” del girone meridionale di C1. Il primo posto infatti – quello valevole per l’accesso diretto alla serie cadetta – è cosa per Catanzaro o Crotone. Molto più probabile la vittoria finale delle “aquile” giallorosse, alle quali, in virtù dei due punti di vantaggio in classifica e dei risultati favorevoli negli scontri diretti, basterà un pari contro il Chieti per arpionare la B. E allora sarà la seconda promozione consecutiva, stavolta però guadagnata sul campo, mentre l’anno passato c’era stato il ripescaggio estivo .

Rammarico, è chiaro, a Crotone per l’ennesima possibilità persa, ma onestamente poteva andar peggio visto che domenica scorsa alla fine del primo tempo il Foggia conduceva per 2-0. Poi ci hanno pensato Beretta e Vantaggiato a tenere in piedi le residue piccolissime speranze di arrivare al primo posto; saranno quasi certamente i play off a dire se la serie B che verrà parlerà calabrese, nell’eventualità sia il Crotone a fare compagnia ai cugini catanzaresi.

Amarezza invece per l’ambiente a dir poco ostile trovato in Puglia: l’entourage rossoblu non sa spiegarsi i motivi di un simile accanimento contro la squadra (costretta a star chiusa negli spogliatoi dopo la gara), contro la tifoseria (sassaiola ai pullman crotonesi e diverse macchine private danneggiate) ed il presidente Vrenna, la cui autovettura è stata presa a sassate.

Tornando alle questioni puramente sportive, Porchia tenta di scuotere l’ambiente – un ambiente comunque di per sé abbastanza tranquillo e ne sono testimoni gli applausi di fine partita dei 1500 tifosi pitagorici giunti allo Zaccheria – dichiarando: “Ci crediamo. Confido nelle possibilità che il Chieti possa ottenere i tre punti visto che ha fatto il pieno negli incontri casalinghi finora disputati”.

Giusto giocarsi le proprie possibilità sino all’ultimo secondo, quantomeno per non avere rimorsi di alcun tipo, ma oramai ci sarebbe bisogno di un miracolo. Meglio forse pensare ai play off?

“Questa squadra – “attacca” Porchia – è in forma ed ha dimostrato carattere, voglia di giocare e di imporsi attraverso un gioco che porta la firma di Gasperini. Siamo carichi al punto giusto. Prima vogliamo continuare a inseguire il bersaglio grosso e dico con sincerità che ce la possiamo fare”.

Oggi pomeriggio la squadra si ritrova per la ripresa degli allenamenti in vista della partita dello Scida contro la Sambenedettese. Mancherà, per l’occasione, Di Meglio, il quale verrà squalificato dal Giudice Sportivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 144 volte, 1 oggi)