Nulla da fare per i ragazzi del tecnico Severini . Anche l’ultimo obbiettivo è sfumato. Nella gara casalinga con il Ladispoli , il Grottammare aveva l’occasione di drizzare una stagione storta. Così non è stato. Una gara incolore, deludente sotto il profilo mentale e del gioco ha allontanato le speranze play off. Obbiettivo per cui l’intera società si era prodigata fin da inizio stagione. Una prestazione a dir poco impalpabile, dove il Grottammare ha costruito la sua prima gol all’80esimo. Tre punti persi ma persi meritatamente poiché una squadra che deve rincorrere un traguardo non può terminare il carburante ad un passo dall’arrivo. Dispiace soprattutto perché nel derby con la Truentina di sette giorni fa, i biancocelesti avevano dato prova di grande carattere incamerando una bella vittoria.

Forte rammarico per il Direttore Sportivo Aniello . Era una gara molto importante, tutti sapevano il valore che essa conteneva. E tutti sapevano gli intenti della società ossia il raggiungimento dei play off. Questa era la partita della vita, per cui verranno chieste spiegazioni per un simile comportamento. Anche il tecnico Severini è amareggiato. La sconfitta è dovuta ad una mancanza di carica mentale ed agonistica necessarie per vincere gli incontri. Se non vengono applicati tali atteggiamenti, si rimediano solo brutte figure.

Domenica il Grottammare affronta l’ultima gara del campionato andando a far visita al Rieti . Un barlume di speranza esiste ancora per i play off ma devono verificarsi una concatenazione di risultati a favore. Innanzi tutto i biancocelesti devono conquistare i tre punti in terra laziale. Augurarsi, poi, in una nuova sconfitta della Truentina contro l’Ostia Mare. Così come in un passo falso dell’ Aprilia (giocherà contro una Vigor Senigallia destinata ai play out), dell’ Orvietana (sfiderà la Monturanese che lotta per evitare di retrocedere) e del Cisco Roma (incontrerà il Ladispoli, anch’esso in lotta per salvarsi). Difficile la riuscita di simili condizioni ma il calcio moderno ci ha abituato a grandi stravolgimenti proprio sul filo di lana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 106 volte, 1 oggi)