“Nulla è più bello di leggere questo muro e vedere come tante tifoserie, nemiche storiche ma anche gemellate, siano unite per uno scopo……. RIPORTARE CIOFFI DOVE GLI SPETTA! Un leone che dopo tante battaglie si trova di fronte alla più difficile, ma che tutti sappiamo VINCERA’!
Sono orgoglioso di essere ultras.
Questo muro testimonia come gli ultras non siano solo violenza e danneggi, ma la parola ultras è sinonimo di passione, gruppo, amicizia e lealtà.
Beh Massimo. Questo è il tuo mondo, ED E’ QUI CHE DEVI TORNARE!!
TUTTI TI ASPETTANO, FORZA CIOFFI!!
Baro Ultras Rimini”

“Darei con tutto il cuore la sconfitta della Samb ai play off, in cambio della tua completa guarigione.
A presto
Energie Rossoblu Alba Adriatica”

“Massimo che ci fai lì su quel letto?
Un leone non può stare sdraiato a lungo e allora ricarica le energie e torna a ruggire nel tuo regno…….la NORD!
Rialzati guerriero, la Samba ha bisogno di te!
C.T. 79 Cattolica”

“Webbbbbbbbbbbb!!!!!!!!
Spero che tu stia salvando da qualche parte queste pagine storiche di fratellanza, amicizia, solidarietà, devono rimanere stampate nella mente di tutti, affinché si possa finalmente capire che il calcio è e rimane uno sport mentre la vita è sempre la cosa più importante (in qualunque situazione, qualunque colore essa abbia). Fai ciò anche perché penso che a Massimo farà piacere leggere tutto ciò…..perché sono sicuro che lo potrà fare.
ND0 – US per sempre”

“Ragazzi, voi che state soffrendo e pregando, voi che avete condiviso 1000 battaglie, gioie e dolori, voi che siete ultras e non tifosi.
Portatevi in curva un registratore e tifate come mai avete fatto prima, come se i cori li lanciasse lui, e registrate tutto, registrate il ruggito, fategli sentire l’onda d’urto del vostro amore, fateglielo ascoltare, lui sentirà e si alzerà, sentirà la sua gente, la sua curva, il suo amore……..
Aiutatelo ragazzi, voi adesso siete tutto per lui, lui non può essere che tutto per voi!!!
Crediamoci tutti insieme, tutt’Italia, voi ultras gridiamo forza Massimo!!!!!!
Oltre i colori e le fedi, tutti uniti per la vita
Dai Massimo, dai Massimo!!!
Scusate l’intromissione Un ultras triestino”

“Noi vi odiamo, ci siamo battuti, ci siamo provocati delle ferite (alcune permanenti), ci siamo rubati striscioni, ma quando la vita di un uomo è appesa ad un filo noi abbandoniamo tutti i rancori e gridiamo anche noi…..Massimo non mollare, Pescara ti aspetta ai play-off.
Pescara è solidale con i tifosi della Samb.
Samba merda, Massimo non mollare.
Odio ma rispetto”

“Per chi è ultras 7 giorni su 7, per chi ha una fede nel cuore, per chi combatte a dispetto di chi ci vuole cacciare dalle curve, per chi ti ha dedicato in passato delle offese e adesso ti dedica una preghiera, per tutti quegli ultras che hanno dimostrato in questo muro che prima di tutto sono uomini, per tutti quegli ultras che qui sopra hanno dimostrato che siamo l’unica parte sana in un calcio moderno pieno di merda, per tutti coloro che infangano la mentalità ultras e hanno bisogno della tua guida, per tutti coloro che si sono schierati per anni dietro di te nella tua curva e per coloro che ti si sono schierati di fronte da avversari, per tutti noi a cui si è gelato il fiato domenica nonostante ci fosse in ballo un campionato, per tutti quelli che hanno capito lo stile ultras leggendo i messaggi scritti per te, per chi come noi non ti conosce ma ti aspetta ugualmente in curva, per chi capisce che anche i valori ultras davanti a queste cose contano poco, per chi come noi è convinto oramai che un ultras vecchie maniere come te può cadere ma rialzarsi tranquillamente, per chi pensa che queste siano parole di retorica ma sono scritte col cuore…..perché gli ultras hanno cuore, passione e calore.
Fallo per tutti noi MASSIMO, RIALZATI E COMBATTI!!
RBE OCRE ULTRA’ L’AQUILA”

“Forza Massimo non mollare!
Questo sarà lo striscione che noi del Nucleo Fermano esporremo domenica allo stadio di Benevento.
Ci farebbe piacere che anche le altre tifoserie appoggiassero questa iniziativa.
Forza Massimo Fermo è con te”

“Voglio il gol più bello mai visto al Riviera……Massimo al suo posto. Andrea”

“Quando sei caduto domenica, per la prima volta sono uscito dallo stadio senza aspettare la fine, non potevo rimanere. Torniamo insieme. Forza!!!!!!!!
Alessio Bologna”

“Anche da Freiburgo, Germania un solo desiderio:
CIOFFI, VINCI LA PARTITA DELLA TUA VITA!
Domenica 11 maggio ’03 noi *Ultras Freiburg* andremo in trasferta a Burghausen (Baviera) col treno speciale per la partita valida per la promozione in 1. bundesliga e tra i numerosi striscioni ce ne sarà uno dedicato a te, Massimo……..NON MOLLARE MAI!
E verrà il giorno che vedrai tale foto.
ONDA SEZ. FREIBURGO.
Fabri ’69 il doich – ex le Grotte –”

“Mi sorprende questa massa di messaggi di solidarietà per il nostro Cioffi: massaggi di solidarietà da tifosi con la stessa passione per la Samba di Cioffi, ma anche da tifoserie amiche, da tifoserie con rapporti di indifferenza, da tifoserie nemiche. Addirittura arrivano messaggi di solidarietà da tifoserie delle serie dillentatistiche e di altri sport con cui non abbiamo mai avuto nessun contatto. Mi chiedo, cosa spinge così tanta gente a sentirsi obbligati alla solidarietà per il nostro Cioffi? la risposta che mi sono dato è LE EMOZIONI. Avere una passione sportiva procura delle emozioni che fin da bambino costellano la nostra esistenza. Tali EMOZIONI sono all’estremo nella vita di un ultras. Queste sensazioni sono uguali in tutti gli ultras e ciò ci fa appartenere ad una grande comunità che si stringe e si compatta nel momento del bisogno. Emozioni vissute allo stadio, nei viaggi delle trasferte, nella vita quotidiana, derivanti dalla sollecitazione di tutti i nostri 5 sensi. Chi governa il mondo del calcio ha provato a metterci in poltrona davanti ad un tv, ma il tentativo sta fallendo perché le emozioni che si provano vivendo dal vivo una partita, sono imparagonabili. E quello che sta succedendo per Cioffi ne è la più evidente dimostrazione. Sono felice di appartenere a questa comunità.
Da Offida”

“COMUNICATO UFFICIALE DELL’INFERNO ROSSOBLU 1990

La vecchia guardia dell’IRB insieme ai giovani e alle sezioni esprime tutta la sua solidarietà al nostro caro Massimo, storico capo ultras: dai Cioffi non mollare, combatti ancora, questa volta non per una partita, non per la nostra e la tua magica SAMBA, ma per la cosa più importante……la vita…….dai che ce la fai…..Non puoi lasciarci, non puoi abbandonare questo mondo, questa città che ti stima, questa curva che ti ama……la tua curva……è solo grazie a te e a Peppe e Renato se oggi siamo rispettati da tutta Italia, se tutti ci temono, se tutti ci ammirano, grazie per aver dato vita ad un mito, grazie per aver portato nella Sud del Ballarin quello stile e quel folklore che ancora solo in pochi conoscevano in Italia……grazie per aver guidato il tifo e per averlo portato a livelli da brividi…….grazie di questo ma di altre mille cose…….Ed è per questo e per molto altro che non possiamo accettare di perderti, perciò apri gli occhi e torna da noi, grande Cioffi!
L’IRB coglie l’occasione per ringraziare l’intera tifoseria per l’egregio comportamento tenuto domenica, ma soprattutto vuole rendere omaggio alla tifoseria aquilana che per MENTALITA’ ULTRAS merita ben altre categorie, altro che C2…….
Infine un ringraziamento a tutte le tifoserie d’Italia, anche quelle storicamente nemiche, che hanno espresso la solidarietà verso Cioffi e la nostra curva…..grazie anche a voi……
ONORE AI VERI ULTRAS!!!!!
DAI CIOFFI NON MOLLARE!!!!!”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 272 volte, 1 oggi)