Grave passo falso della Virtus Sambenedettese C/5 che nella gara di andata valevole per i play-out della Serie C2 subisce una inaspettata quanto ingiusta sconfitta contro il Tre Torri Sarnano per 3-4.

Sconfitta grave in quanto maturata tra le mura amiche del Palasport “Speca?: sarà dura ribaltare il risultato in terra maceratese (campo notoriamente caldo). In ogni modo, Albertini & C. hanno molto da recriminare, soprattutto contro se stessi, per le troppe occasioni sbagliate e le gravi disattenzioni difensive che ne hanno compromesso una gara a tratti dominata.

Supremazia territoriale nella prima frazione di gioco che permetteva ai padroni di casa chiudere in vantaggio per una rete a zero con Talamonti.

Nella ripresa i sambenedettesi avevano l’occasione per chiudere la gara con un calcio di rigore che veniva tuttavia sbagliato. A tal punto si spegneva la luce: la Virtus subiva un break pesante che la portava sotto per tre reti ad una. In ogni modo, fortunatamente, la reazione non tardava a venire: Albertini accorciava le distanze ed il solito Talamonti (gran gara) pareggiava con un preciso tiro libero. Dopo di che, riappariva la solita Virtus che divorava chiare occasioni da rete per poi subire, allo scadere, la rete del definitivo svantaggio che complica maledettamente la situazione.

Per acquisire la salvezza, venerdì prossimo, i rosso-blu dovranno andare a vincere in quel di Sarnano, ed in virtù di un peggior posizionamento in campionato, lo dovranno fare con uno scarto minimo di due reti, dato che, in caso di parità tra reti fatte e subite nei due incontri, si salva chi si è piazzato meglio (ed in tal caso, ripetiamo, il Sarnano che ha sopravanzato la Virtus di una posizione).

Impresa quindi dura ma, ovviamente, non impossibile: occorrerà una maggiore determinazione e tranquillità in campo, che si dovrà tradurre in cinismo sotto rete e concentrazione in difesa!

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 189 volte, 1 oggi)