Il direttore generale della Sambenedettese Calcio, Claudio Molinari, si è detto molto amareggiato per lo striscione comparso durante l’incontro tra Sambenedettese e L’Aquila disputato domenica scorsa al ‘Riviera delle Palme’. “Non avevo capito che lo striscione fosse riferito alla vicenda di Cioffi – ha detto il diggì rossoblù – la società non era stata contattata da nessuno per nessun tipo di iniziativa. Quando è cominciata a circolare la voce che la Samb non avesse voluto appoggiare un’iniziativa per Massimo Bruni, abbiamo subito contattato il Centro Coordinamento Club, che ci ha detto che non c’era nessuna proposta in atto sulla vicenda. Se si dovesse venire a creare un comitato – continua Molinari – la società è prontissima ad instaurare un dialogo per promuovere un’iniziativa per questa giusta causa”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 238 volte, 1 oggi)