Si conclude mestamente il campionato della Tecno – Radio Azzurra C/5 la quale, nell’ultima giornata, non riesce a superare un Futsal Macerata, in piena lotta per salvarsi senza passare dai play-out. Ai maceratasi servivano i tre punti ed in campo si è vista la determinazione necessaria per conquistarli. Stessa determinazione che avrebbe fatto comodo ai sambenedettesi ma che, tuttavia, non è stata buttata in campo. Alla fine il Futsal si è imposto per 8-4, come se si fosse giocata una tipica gara di fine campionato dove una formazione è alla ricerca di punti mentre all’avversaria non interessa nulla (quando invece la Tecno aveva necessità di punti per approdare ai play-off).

La gara non ha avuto mai storia se non nella seconda parte della gara dove i sambenedettesi, spinti dall’orgoglio, accorciavano le distanze di un passivo che si stava facendo troppo pesante.

A fine gara il Futsal Macerata poteva festeggiare la sofferta ma raggiunta salvezza, mentre la Tecno, come si suol dire, si mangiava i gomiti a causa del risultato maturato in quel di Fermo dove il Pagliare aveva battuto i padroni di casa, facendo sì che, con una vittoria, i rivieraschi avrebbero potuto effettuare l’aggancio.

Ora, a campionato concluso, con tre punti di distacco, alla Tecno-Radio Azzurra C/5 non resta che attendere la sentenza della CAF, in merito al reclamo presentato inerente la gara contro l’Ancona F.F.: nel caso dovesse essere positiva vi dovrebbe essere uno spareggio appunto con il Fermo Grande Toro per conquistare l’ultimo posto disponibile per i play-off…ma, dato che la F.I.G.C. per deliberare necessita della documentazione della Federazione Marchigiana, la quale tarda nel recapitarla, si rischia di assistere ad un pastrocchio, che non sarebbe né il primo, né l’ultimo (una sentenza positiva della CAF, a spareggi già iniziati, farebbe sicuramente annullare il tutto, con evidenti disagi).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 198 volte, 1 oggi)