PARADISO

PADRE ALEX ZANOTELLI (missionario comboniano)

Lo abbiamo avuto a San Benedetto in occasione dei quarant’anni del S.O.S. Missionario. Un personaggio straordinario, Alex Zanotelli, che ha fatto dell’aiuto ai più deboli, nelle zone più povere del mondo, la sua missione di vita. Tante volte ha speso le sue autorevoli parole per condannare le logiche affaristiche che ci sono dietro tutte le guerre nel mondo. A San Benedetto padre Zanotelli ha ribadito la sua forte condanna per la guerra in Iraq, dettata da motivazioni politiche ed economiche, altro che umanitarie. Condividiamo in pieno il messaggio di pace di Padre Alex. Un vero peccato non vederlo mai in tv. Il perché? Padre Alex è un personaggio che sa parlare al cuore della gente, ma è troppo scomodo perché mette a nudo i potenti, i loro giochi di potere a danno dei più indifesi. In “Paradiso? tutta la vita!

PURGATORIO

NAZZARENO CAPPELLI (ex sindaco di Ascoli)

Ha perfettamente ragione Nazzareno Cappelli nel suo intervento sul Messaggero di qualche giorno fa: nell’eterna lotta di potere tra Ascoli e Fermo per la provincia, il terzo, cioè San Benedetto, gode. Tutti i posti di potere della provincia sono occupati da personaggi di San Benedetto e dintorni: Colonnella presidente uscente, Scaltritti e Rossi (o forse Donati) presidenti candidati, Domenico Malavolta presidente della Carisap. Su una cosa dissentiamo con Cappelli, sul suo sarcasmo spicciolo quando evidenzia che tra un po’ vedremo un sambenedettese pure alla presidenza dell’Ascoli o della Fermana Calcio. A parte il fatto che trovare un sambenedettese disponibile a guidare la Samb sarebbe già un miracolo, la nostra risposta è: no grazie, ci accontentiamo di quello che abbiamo. Scherzi a parte, la polemica di Cappelli ci appare insensata e all’insegna del più basso campanilismo.

INFERNO

MAURIZIO COSTANZO (Giornalista-Direttore di Canale 5)

Non bastava il suo “Buona Domenica?, da un po’ di tempo a questa parte anche il Maurizio Costanzo Show si sta trasformando in una baracconata. La conferma ci viene da una delle recenti puntate del talk show, nel quale si parlava di sette sataniche. Ebbene, parlando della Val Menocchia e di alcuni presunti episodi di riti esoterici, si è definita questa piccola e ridente valle del nostro comprensorio come la “Valle del Diavolo?. Ma che razza di informazione è questa?! Si prende spunto da un fatto più o meno vero e circoscritto per gettare discredito su un’intera vallata. Tanta fatica per dare visibilità turistica al nostro comprensorio e poi basta un nulla per gettare tutto alle ortiche. Vien proprio voglia di mandare “al diavolo? Costanzo e tutto il suo show.

el nino

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 153 volte, 1 oggi)