La penultima di campionato ha consentito al Porto d’Ascoli di acquisire l’accesso ai play off. In casa del Monticelli è bastata una rete di Mestichelli per raggiungere l’obiettivo. Ora che il quinto posto è consolidato, mister Teodori non nasconde il desiderio di agganciare la quarta posizione per una semplice strategia di graduatoria. Nel caso in cui dovessero superare la prima doppia sfida, nella seconda avrebbero la possibilità di pareggiare e passare il turno come migliore classificata senza supplementari o eventuali calci di rigore.

Sabato, contro un’Acquaviva rammaricata dal mancato aggancio alle zone che contano, vedremo se il Porto d’Ascoli avrà la Futura o la Stella come avversario negli spareggi promozione. Intanto ieri, durante l’allenamento, la squadra ha disputato la classica partitella. Solo Cecchini ha lavorato a parte. Quindi rosa al completo (il centrale difensivo Capecci salterà la gara per impegni personali) per l’ultimo atto della stagione.

Visto la formalità della gara, abbiamo chiesto al tecnico Teodori se metterà in campo coloro che hanno giocato di meno o schiererà una formazione tipo “diciamo che farò una via di mezzo. Mischierò un po’ le carte senza stravolgere gli equilibri poiché vorremmo provare ad arrivare quarti. Sicuramente inserirò qualche giovane che merita ma con la chiara intenzione di vincere”.

Poi il discorso si è spostato inevitabilmente su quale squadra preferirebbe sfidare nella prima gara dei play off tra la Futura e la Stella “personalmente mi piacerebbe la Futura solo per il campo che possiede”- continua il tecnico dei biancocelesti – “ci da’ modo di poter spaziare con le giocate dei singoli visto che la nostra squadra è piuttosto tecnica. Come formazioni si equivalgono, una è più predisposta all’attacco mentre l’altra è più arcigna e ostica”.

Ci si è soffermati anche sulla stagione quasi conclusa “i play off erano il nostro obbiettivo primario e l’abbiamo raggiunto. Non ho rimpianti per come è andata l’annata. Ci è mancata qualche pedina importante tuttavia abbiamo ottenuto lo scopo esprimendo spesso un buon gioco. I ragazzi stanno bene, affronteremo gli spareggi con serenità e sicurezza. Siamo molto motivati”.

Abbiamo cercato di punzecchiare il mister “mi chiedi se c’è stato un reparto che mi ha fatto arrabbiare più degli altri? Diciamo che all’inizio avevamo un problema in mezzo. Poi abbiamo puntellato Palanca e Filipponi e il problema è stato superato. In attacco ci sono stati dei momenti buoni ed altri meno come in questo ultimo periodo dove creiamo tanto ma realizziamo poco. In difesa c’è stato solo un problema a livello di organico. Ci sarebbe servita una pedina in più, ma ci siamo difesi bene. Oltretutto sono emersi diversi giovani quali Induti, Sansoni Paolo, Ceccarelli, Silvestri e Curzi ”.

Il Porto d’Ascoli disputerà la prima gara dei play off in casa il nove maggio. La settimana antecedente gli spareggi hanno organizzato due amichevoli che si svolgeranno mercoledì 28 aprile e sabato primo maggio a Colonnella.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 107 volte, 1 oggi)