Nome: Antonio. Cognome: Maschio. Professione: centrocampista combattente. Sissignori, questo ragazzo napoletano con un cuore grande così (a Catanzaro è uscito per crampi e siamo ancora convinti che la partita sarebbe finita 0-0 con lui in campo in buone condizioni), è il vero protagonista della gara odierna. Mister Vullo, una raccomandazione: non lo togliamo da lì in mezzo! Oggi, coadiuvato da un ordinato Gennari, si è visto finalmente una mediana grintosa, piena di energia.

Esempio è stato il secondo gol della Samb: centrocampo in pressing con Bifini e Gennari, Maschio rapido nell’inserimento, rigore. Oggi ha retto abbastanza bene fino al 90°, per la prima volta dopo diverse gare finite con il fiatone. Maschio ci ricorda, per generosità e ardore, quel Gennaro Delvecchio che ha lasciato, nel cuore dei tifosi della Samb, un ricordo ancora molto vivo.

Meno forte dal punto di vista atletico ma con più tecnica, Maschio deve prendere per mano il centrocampo della Samb in questo difficilissimo finale di campionato. In questa rubrica comunque vogliamo fare un plauso anche ai tifosi della Samb, che oggi non credevamo così numerosi e calorosi, nonostante la pioggia, nonostante la notturna, nonostante la classifica e nonostante le polemiche di stamane. Encomiabili.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 1 oggi)