Gli uomini di Braglia hanno avuto la meglio solo nell’ultimo minuto di recupero realizzando con Pastore . Bellissimo il duello che si presenta da qui alla fine del campionato tra queste due squadre.
L’Acireale incalza a tre punti dalle capolista.
Perde terreno la Viterbese che perdendo in casa con il Giulianova rimane a quota 51 incalzata dal Benevento a quota 50.
Dopo questa giornata i giochi sembrano fatti, ma con 12 punti a disposizione tutto può accadere.
Le altre inseguitrici non fanno grandi cose. Il Foggia cade a Paternò, mentre il Chieti agguanta un pareggio al 90° su un rigore molto contestato a Pesaro, che ha portato all’espulsione di due calciatori della Vis per proteste. Finale di partita con rissa in prossimità del tunnel.
La partita della Samb, come abbiamo già anticipato è fondamentale per cercare di recuperare punti preziosi su Benevento, Viterbese e lo stesso Lanciano.
Se andiamo a guardare il calendario di queste squadre quello più difficile sembra proprio quello del Lanciano impegnato in due trasferte consecutive: dopo la partita odierna al Riviera , domenica prossima giocherà a Giulianova. Il 2 Maggio ospiterà il Benevento per un altro “scontro diretto “.
Ha pensato bene il presidente Angelucci in settimana a firmare il rinnovo del contratto a Mister Puccica. Lo ha fatto per dare tranquillità all’ambiente e per far lavorare bene l’allenatore in queste ultime partite che lo stesso presidente ha definito 5 finali.
La Samb non si può dire che abbia un calendario impossibile, se escludiamo l’ultima gara da disputare a Crotone, per il resto sono tutti incontri alla portata degli uomini di Vullo. Tutti questi discorsi si reggono in piedi se dallo scontro diretto con il Lanciano i rossoblu usciranno vittoriosi, in caso contrario si inizierà a ricostruire una squadra competitiva per il prossimo campionato, con alla guida Mister Vullo.
Goffredo Agostini

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 74 volte, 1 oggi)