Il cerchio si stringe e per il Grottammare è ora di guardare in faccia alla realtà. Una realtà che va vissuta gara dopo gara con la stessa intensità di risultati. Se la squadra del tecnico Severini riuscisse ad ottenere dodici dei quindici punti disponibili potrebbe riaprirsi il discorso play off . Sono due le lunghezze che la separano dal quinto posto ma con almeno sette squadre coinvolte dallo stesso obbiettivo. Motivo questo che conduce i biancocelesti ad ottenere subito un successo nella gara interna con l’Aprilia per riproporre l’obbiettivo prefissato ad inizio stagione.

Il Centobuchi , piazzato nelle zone che contano, non può più commettere errori. Le agguerrite Real Vallesina e Mondolfo sono lì che aspettano di soffiargli il posto. E proprio il Mondolfo sarà l’ospite che i ragazzi di Marocchi riceveranno tra le mura amiche. Tre punti significherebbero spareggi promozione quasi certi.

La Ripa , fuori da qualsiasi gioco, non può far altro che onorare questo finale di stagione. In casa di un Acquasanta , che lotta per evitare i play out, l’impegno sarà lo stesso si quindici giorni fa. Il Porto d’Ascoli ha una delicata trasferta in terra ascolana. Contro il Monticelli occorrono necessariamente punti, quelli che darebbero il matematico accesso ai play off. L’ Acquaviva , eterna inseguitrice, avrà vita dura contro la Stella . Per sperare nel quinto posto devono avvalersi due ipotesi : vincere e augurarsi che il Porto d’Ascoli esca sconfitto nella gara contro il Monticelli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 91 volte, 1 oggi)