Oggi riprendono gli allenamenti in casa rossonera e mister Puccica dovrà fare lo “psicologo? per capire i motivi del tracollo casalingo contro la “cenerentola? Paternò.

Da verificare invece le condizioni fisiche di Marchini e Gentilini, ambedue fuori contro i siciliani e molto probabilmente recuperabili per il posticipo nelle Marche di lunedì prossimo.

Tiziano Maggiolini, esterno sinistro del centrocampo lancianese, si “confessa?. Lo 0-1 di sabato scorso al Biondi grida vendetta… “C’è solo un modo – dichiara il giocatore – per cancellare la sconfitta contro il Paternò: fare un grande risultato lunedì prossimo a San Benedetto. Le potenzialità per riuscirci le abbiamo?.

Riprende il lavoro della squadra, ma prima forse è il caso di sviscerare e comprendere i “perché? dell’inatteso stop nella gara contro i rossazzurri di Pellegrino. “Ci guarderemo in faccia – giura Maggiolini – per capire cosa possa essere successo contro i siciliani in modo che cose del genere non si ripetano più. Noi abbiamo sbagliato partita, ma è anche vero che in alcuni episodi la fortuna non ci ha dato una mano: penso, ad esempio, ad un paio di mie conclusioni che in altre occasioni avrebbero sicuramente avuto miglior sorte. E poi c’è da dire che affrontare una squadra che si difende con dieci uomini non è mai cosa semplice. Molti sono rimasti perplessi per i tanti passaggi laterali che abbiamo fatto, ma il nostro era un tentativo per cercare di farli uscire un po’ dalla loro area. Purtroppo non è andato come avremmo voluto?.

“Lunedì prossimo comunque – assicura il rossonero – sarà tutta un’altra cosa: in campo ci saranno due squadre con uno stesso obiettivo, che giocheranno a calcio e proveranno a superarsi?.

Dopo l’inopinata sconfitta interna il Lanciano non può più fare “sconti? se intende davvero salire sul “treno play off?. Vero Maggiolini?

“Penso proprio di si – annuisce il centrocampista frentano – anche perché a questo punto della stagione il pareggio serve a poco. Dal terzo all’ottavo posto la classifica è abbastanza corta, bisogna giocare tanti scontri diretti e i ribaltoni sono prevedibili. A noi, che in zona play off siamo stati per quasi tutta la stagione, interessa essere tra le prime cinque al termine del campionato. E’ chiaro che molto, ma non tutto, dipenderà dalle trasferte di San Benedetto e Giulianova?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 121 volte, 1 oggi)