Ore 18:45

Samb contestata: non l’allenatore, non la società, non i giornalisti, ma i giocatori. Per la prima volta durante il campionato. Alla ripresa degli allenamenti, prevista per oggi alle ore 17:30, un centinaio di tifosi, tra cui numerosi ultras della Curva Nord, hanno espresso il loro disappunto per il brutto momento che sta attraversando la squadra, soprattutto in riferimento alla sconfitta di Catanzaro.

Tutto si è svolto civilmente, anche se i toni non erano certo calmi. Prima dell’inizio degli allenamenti si sono formati due capannelli di tifosi attorno a Manni e Borneo: tra le accuse principali, la scarsa tenuta atletica di molti giocatori della Samb. Manni e Borneo hanno tentato di placare gli animi (comunque resta buono il rapporto tra la squadra e la tifoseria, confermato dalle strette di mano finali) dopodiché si sono recati negli spogliatoi dove, assieme al resto della squadra e a mister Vullo, il gruppo è rimasto a parlare per oltre un’ora.

Squalifica. Taccucci e Napolioni salteranno la partita Samb-Lanciano. Taccucci sconta la squalifica per l’espulsione, mentre Napolioni purtroppo si è fatto ammonire negli ultimi minuti di Catanzaro-Samb, sul risultato di 2-0. La Samb è stata inoltre multata di 300 euro per lancio di petardi e fumogeni in campo.

Samb-Viterbese. Neanche oggi c’è stata la decisione del Giudice Sportivo in relazione al ricorso della Samb, che chiede la ripetizione della partita per errore tecnico dell’arbitro Velotto. Da ambienti vicini alla società rossoblù sembrerebbe che questa decisione avverrà nei prossimi giorni. Certo il lungo periodo di riflessione alimenta le ipotesi che il giudice Quattrocchi possa avallare le richieste della Samb: effettivamente Velotto ha commesso un errore tecnico evidente non facendo disputare il recupero. Si attendono comunque anche le decisioni sullo stadio “Riviera delle Palme”, che rischia una diffida e una forte multa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 93 volte, 1 oggi)