Ha parato tutto ed oggi poteva tornare nella sua Napoli con l’etichetta di “eroe di Catanzaro”. Una serie lunghissima di interventi, su Morello, Toledo, Corona (una sfida personale), e alla fine anche Luiso. Gli è capitato poi di prendere il gol più strambo del campionato, con un tiro di Ferrigno da cinquanta metri. Peccato perché nella partita odierna, se tutti i giocatori ci hanno comunque messo l’anima (però…non s’è vista), soltanto Aprea s’è riuscito a farsi apprezzare. Per il portiere-capitano della Samb resta la bella prestazione, che lo conferma com euno dei migliori portieri della C1. Aprea ha detto di crederci ancora: serve un miracolo simile a quelli che ha compiuto oggi. Come capitano, ci attendiamo anche che Peppe dia una scossa ad uno spogliatoio che, nel dopopartita, abbiamo visto molto abbacchiato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 94 volte, 1 oggi)