NOTE: giornata quasi estiva, temperatura di circa 24° C con cielo velato. Prato in buone condizioni, presenti circa 200 tifosi sambenedettesi; esauriti i posti in Curva e Distinti, tanto che prima della partita sono stati notati alcuni bagarini che rivendevano i biglietti per i due settori a 15 e 25 euro. I tifosi del Catanzaro hanno esposto in Curva Capraro uno striscione con su scritto: “Sei partite…sei battaglie da combattere insieme…voi e noi nella lotta uniti, fieri di essere catanzaresi”. Dall’altra parte i tifosi della Samb hanno presentato uno striscione recante la scritta: “Presenti nonostante i provvedimenti! Ultras Curva Nord” e “Ciao Ameri voce di un calcio che non c’è più.”

PRIMO TEMPO.

7′ Pericolo in area della Samb: centro di Toledo, girata di Corona con palla ribattuta da Pedotti e Franchi. Il Catanzaro reclama per un fallo di mano di Pedotti apparso comunque involontario.

12′ Contropiede del Catanzaro con Corona che vince un contrasto con Pedotti e si libera di Franchi che scivola. Corona prova il sinistro appena entrato in area, grande risposta di Aprea che in tuffo respinge la potente conclusione.

14′ Ammonito Pedotti per gioco falloso;

16′ Morello raccoglie una corta respinta della difesa della Samb, il suo tiro è però centrale e non crea pericoli ad Aprea;

17′ Ammonito Dei per un intervento falloso su Esposito;

18′ Toledo mette in mezzo, Franchi spazza in angolo sfiorando l’autogol. Sull’angolo seguente irrompe Ascoli che di piatto manda fuori;

20′ Toledo si fa tutta la fascia sinistra e riesce a liberarsi di Manni ma non è deciso al momento del tiro;

31′ Ammonito Esposito;

32′ Punizione di Morello che mira all’incrocio dei pali, la traiettoria è lenta e Aprea non ha problemi;

34′ Palla lunga per Morello, Taccucci prova l’anticipo: c’è un contatto tra i due che l’arbitro valuta falloso e volontario da parte di Taccucci: Mazzoleni lo espelle, forse ingiustamente;

39′ Ammonito Maury;

45′ Morello dalla fascia sinistra effetua un tiro-cross che attraversa l’area di rigore della Samb e termina a lato, sfiorando il palo;

3 minuti di recupero

SECONDO TEMPO.

1′ Colpo di testa di Ascoli a seguito di un calcio d’angolo, Aprea risponde da campionissimo deviando di istinto;

7′ De Simone mette in mezzo, Pedotti salta fuori tempo e Corona può battere solo davanti ad Aprea, ma liscia clamorosamente;

9′ Catanzaro sempre all’attacco, centro di Toledo, Ferrigno vince un rimpallo e calcia da pochi metri, ancora Aprea fenomenale respinge con il corpo;

20′ Dei dalla destra prova un cross tesissimo che attraversa tutta l’area piccola e termina addirittura in fallo laterale;

23′ Ammonito Morello;

25′ Corona al centro per Morello, tiro ribattuto da Franchi in angolo;

28′ De Simone calcia una comoda palla dai diciotto metri, rasoterra secco sul quale Aprea non può nulla: 1-0;

29′ Ferrigno tira da centrocampo, Aprea era fuori dai pali e la palla termina in rete: 2-0;

33′ Partita sospesa per consentire l’ingresso della barella per soccorrere un tifoso del Catanzaro che ha accusato un malore in Tribuna;

35′ Ammonito Napolioni;

36′ Luiso prova la deviazione vincente in tuffo, palla a fior di palo;

37′ Corona centra per Luiso che anticipa Aprea ma non centra la porta;

39′ Errore in disimpegno di Filippi, la palla arriva a Corona che si fa respingere il tiro da Aprea;

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 131 volte, 1 oggi)