Venerdì pomeriggio è stata sciolta la prognosi per la bimba di 19 mesi trovata giovedì, dal padre, nella vasca da bagno della loro casa a Marina di Altidona. Insieme alla piccola è stata trovata anche la madre, una croata di 29 anni, che poi si e’ inferta alcuni colpi di coltello al collo e alla gola.

I medici hanno sottoposto la bimba a terapia antibiotica, cortisonica e antistress, dato che aveva ingerito acqua. Non c’e’ stato bisogno di sedativi, ma la bimba rimarrà in osservazione per almeno una settimana. I medici hanno invece riservato una prognosi più lunga per la madre, che rimarrà in ospedale ancora qualche giorno. La donna non corre pericolo di vita.

Gli elementi finora raccolti non hanno consentito di individuare i motivi del gesto. Il marito ha solo parlato di , ma senza vere e proprie controversie. La donna comunque non risulta aver mai sofferto di depressione o turbe psichiche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 149 volte, 1 oggi)