Lulay Leonard, un albanese di 31 anni non in regola con il permesso di soggiorno, è stato arrestato ieri dai Carabinieri del Nucleo operativo di Giulianova. Sull’uomo pendono diverse ipotesi di reato: sequestro di persona, violenza carnale, immigrazione clandestina, riduzione in schiavitù, sfruttamento, induzione alla prostituzione.

Leonard faceva parte di un’organizzazione composta da altre due persone, ancora ricercate dalle forze dell’ordine. La banda faceva venire in Italia giovani ragazze rumene promettendo loro un lavoro regolare ma constringendole, poi, a prostituirsi.

La giovane rumena rimasta vittima dell’organizzazione criminale, tenuta rinchiusa in un albergo della costa abruzzese, era sottoposta a continue sevizie e poteva uscire, sotto minaccia di morte, solo per prostituirsi lungo la Bonifica del Tronto.

L’uomo finito in manette è stato condotto dalle forze dell’ordine nel carcere di Castrogno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 87 volte, 1 oggi)