La storia. Anna è una madre single, lavora come segretaria di terzo livello in una grande azienda. Durante la festa per la fusione della ditta con una grande multinazionale Anna è l’unica fra tutti gli impiegati a non essere spontaneamente salutata dal nuovo direttore del personale. Da quel momento i suoi colleghi iniziano ad isolarla e a renderle la vita impossibile.

Questo film è stato criticato dagli esperti del settore perchè tacciato di essere troppo documentaristico; non lasciando spazio a quelle che sarebbero potute essere le vere reazioni del protagonista, non fanno entrare lo spettatore nel personaggio. Non ci resta che vedere con i nostri occhi.

Mi piace lavorare (Italia 2004, drammatico, durata 89′) sarà in scena al cineteatro Calabresi martedì 6 aprile alle 21,30. L’ingresso costa 4,50 euro – per i soci con tessera F.I.C. acquistabile al botteghino al costo di 7 euro e valida per tutte le successive proiezioni. –

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 113 volte, 1 oggi)