Fermana, Lanciano, L’Aquila, Paternò: quattro partite in casa, quattro vittorie obbligate per la Samb, dodici punti per trovarsi a quota 52 e sperare che in trasferta si riprenda il discorso interrotto in maniera pesante a Benevento. I rossoblù, in casa, hanno tre incontri con squadre di bassa o bassissima classifica, e lo scontro diretto con il Lanciano, da vincere obbligatoriamente. In trasferta c’è quella da brividi di Catanzaro, e quelle di Chieti e Crotone, che potrebbero essere delle partite tanto difficile quanto, piuttosto, semplici, nel caso in cui il Chieti e il Crotone, al momento di giocare, non avessero nulla da chiedere al campionato (Chieti salvo e lontano dai play-off, Crotone matematicamente primo in classifica).

Ma se si vuole agganciare il treno dei play-off, 56 punti (quattro vittorie in casa, una vittoria un pareggio e una sconfitta in trasferta) potrebbero non essere sufficienti. Lo saranno solo se Lanciano e Benevento non aumentino ulteriormente il loro ritmo. Vediamo allora il calendario delle due rivali della Samb. Il Lanciano ha quattro trasferte, nell’ordine Vis Pesaro, Samb, Giulianova e Taranto, mentre in casa affronta Paternò (3 punti quasi sicuri), Benevento (terz’ultima giornata), e Foggia alla fine del campionato. Nelle ipotesi più favorevoli alla Samb (sconfitta contro i rossoblù e pareggio contro il Benevento), il Lanciano, per superare quota 56, dovrebbe vincere due delle tre trasferte di Pesaro, Giulianova e Taranto: non semplicissimo.

Riguardo il Benevento, i sanniti hanno un calendario ancor più difficile. Per cominciare, affronteranno in trasferta un Chieti che giocherà alla morte nel tentativo di entrare clamorosamente in zona play-off. In trasferta poi, dopo L’Aquila, la squadra del bomber Molino affronterà il Lanciano (e la Samb deve sperare in un pareggio) e l’Acireale, che, a meno di stravolgimenti, all’ultima giornata starà giocandosi una delle prime quattro posizioni. Tre le partite in casa: la prima con il lanciatissimo Crotone, la seconda contro un Teramo che si giocherà, forse, le chance residue di risalita, e infine con un Martina che a quel punto potrebbe aver bisogno del pareggio-salvezza. Difficile fare previsioni, ma serviranno tre vittorie (ad esempio L’Aquila, Teramo e Martina) e tre pareggi (Crotone, Teramo e Acireale) per raggiungere la fatidica quota 56.

Insomma, i quattro gol di domenica e i quattro punti di distacco sono tanti e costringono, quanto meno, a sbagliare appena una fra le ultime sette gare. Però, se i rossoblù non commetteranno più errori difensivi, i 56 punti non dovrebbero rappresentare una utopia. E se arrivasse addirittura la sesta vittoria…

SQUADRA. Continua ad allenarsi a Porto Potenza Picena, dove oggi ha incontrato la formazione locale in una partita amichevole conclusa per 7-0 a favore dei rossoblù. Piccoli problemi per Borneo (caviglia) e Maschio (ex di turno, due stagioni a Fermo), che comunque non dovrebbero avere problemi per domenica prossima.

POSTICIPO. Samb-Lanciano sarà giocata lunedì 19 aprile alle ore 20:30, e sarà trasmessa in diretta da RaiSat. Nel caso che la Samb riesca ad ottenere buoni risultati nelle prossime due partite (Fermana e Catanzaro), l’effetto scenico del Riviera in notturna potrebbe essere eccezionale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 95 volte, 1 oggi)