Domenica il calendario propone il “derby” (di virgolette ce ne vorrebbero almeno un altro paio…) con la Fermana. Attendiamo in Riviera il solito manipolo di tifosi canarini…

Nonostante la Fermana nasca nel 1920, addirittura prima della nostra Samb, i gialloblu marchigiani non hanno dalla loro una storia ed una tradizione significative; categorie infime, le pagine più belle della storia fermana vengono scritte a partire dal ’96 e dalla trasferta di Ferrara, nella quale 3 mila tifosi festeggiarono il raggiungimento del traguardo storico della C1. Da quella data tanta terza serie per la squadra marchigiana ed addirittura un’apparizione in cadetteria, nella stagione 1999/2000, dopo la numerosa trasferta di Battipaglia, senz’altro la partita più ricordata da queste parti.

A parte il torneo di B cui sto facendo riferimento, col Recchioni rimesso a nuovo e capace di ospitare – durante quella stagione – la bellezza di 4000 spettatori in media (che non sono pochi per una realtà di circa 36000 abitanti), i numeri non sono mai stati dalla parte della tifoseria gialloblu. Numeri di categorie inferiori, come quelli dell’attuale campionato, ovvero la miseria di 164 abbonati ed una media tra le mura amiche che si aggira sulle 1300-1400 unità – media spesso rimpinguata dalle tifoserie ospiti che giungono in buon numero al Recchioni. La contestazione in atto nei confronti del presidente Battaglioni (avviata l’anno scorso) non può bastare a giustificare una simile freddezza…

Inutile nasconderlo, da queste parti prima che la Fermana ottenesse risultati di un certo livello, ci si spostava ad Ascoli o a San Benedetto per vedere calcio. Ora invece con bianconeri e rossoblu c’è una forte rivalità, come dimostrano i vari derby disputati nelle ultime stagioni.

Rivalità anche con civitanovesi, mentre buoni rapporti sono stati instaurati con le curve di Avezzano e Pescara.

Le Brigate Gialloblu, gruppo di spicco della curva fermana – un vecchio striscione del gruppo la stagione passata è stato bruciato nel corso della gara dalla Nord rossoblu – sono nate trent’anni fa dalla fusione di Panthers ed Ultras. Negli anni Settanta comparve anche uno striscione con la dicitura “Arancia Meccanica”. Nell’ultimo decennio le BG sono state affiancate in curva Duomo dai Kaos (sciolti), Nucleo Fermano e Wallace Clan (ispiratosi all’eroe scozzese).

Pochissimi in trasferta e pochi in casa, questo il trend di una curva cui certamente la C1 sta molto larga…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 321 volte, 1 oggi)