Grottammare sei stato nominato. Con questa sentenza la squadra del tecnico Severini esce dal “Pirani?. Contro il Todi, formazione di bassa classifica (penultima), non va oltre uno striminzito 0-0. Risultato, questo, che ha fatto infuriare (e non poco) il mister dei biancocelesti. Una gara in cui il Grottammare non è mai entrato in partita disputando una delle peggiori prestazioni davanti al proprio pubblico. La rabbia del trainer Severini, per aver sprecato (è questo il termine adatto) due punti fondamentali per i play off, è forte. È la squadra che deve assumersi responsabilità e deve rimproverarsi per la deludente prestazione. Così ha sentenziato l’allenatore grottammarese.

Non è andata meglio al Centobuchi. Sconfitto, matematica uscita dalla zona promozione. In casa del Lucrezia viene beffato da una rete di Camilletti dopo uno sfortunato rinvio della propria difesa. I ragazzi di Marocchi, innervositi dal prorompente agonismo dei locali talvolta anche provocatore, non sono stati in grado di razionalizzare l’incontro. Anche per la Ripa è stato un weekend da dimenticare. Perde amaramente il match con l’Azzurra Colli. È stato difficile per i ragazzi di Mascitti opporsi ad una formazione che auspica a salvarsi. Niente sconto per la Ripa, con tre schiaffi presi continua così il suo anonimato in campionato.

Sereno fine settimana per il Porto d’Ascoli. Contro il Petritoli disputa una delle migliori prestazioni casalinghe. Squadra concentrata, attiva in ogni reparto ha conquistato il successo per rimanere nei play off. Risultato (2-0) che non rende per la molteplicità di occasioni create ma che in compenso soddisfa il tecnico Teodori. Spera ancora l’Acquaviva di agganciare il quinto posto soprattutto dopo la vittoria ottenuta contro il Piazza Immacolata. Gara non esaltante sotto il profilo del gioco ma quello che conta è il risultato in prospettiva promozione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 221 volte, 1 oggi)