Dopo essere stato uno dei protagonisti che hanno contribuito all’operazione di restyling del Sanremo con Simona Ventura, Maurizio Crozza ha dimesso gli abiti di scena televisivi per rivestire quelli teatrali. Nelle interpretazioni del comico ligure non si riesce tuttavia a distinguere tra televisione e teatro, perché sebbene negli anni abbia preso parte a spettacoli molto particolari che per sperimentazione si avvicinavano a quelli dei cabaret futuristi, in “Ognuno è libero? ripropone proprio i suoi personaggi, quelli noti al grande pubblico come Bush, Pavarotti o Zichichi.

Lo spettacolo non sarà incentrato sui personaggi televisivi, ma sulle storie e sulle “fiabe? contemporanee che Crozza recitata rifacendosi a testi di Paul Auster, Stefano Benni, Ryszard Kapuscinki e Michele Serra, insieme ad alcune canzoni di Luigi Tenco che contribuiscono a creare l’atmosfera che il protagonista stesso ricercava nel suo spettacolo, un misto di ironia, satira, poesia e suggestione narrativa.

La narrazione, sia che avvenga attraverso una canzone o una trasposizione di versi in musica, è sempre attualizzata con continui riferimenti alla situazione attuale: la satira si fa tagliente, ed a tener banco saranno la guerra e lo sfruttamento, la mafia e la beneficenza, l’eroismo e la vigliaccheria. E lo stesso titolo dello spettacolo sta a ricordare, come fosse un promemoria, come ognuno sia libero di pensare, agire e scegliere senza alcun tipo di condizionamenti.

Maurizio Crozza si esibirà in “Ognuno è libero? accompagnato da un trio di musicisti lunedì 29 marzo alle 21,15 presso il Palacongressi. I biglietti saranno in vendita presso il cineteatro Calabresi dalle 16,00 alle 20,00. Il costo del biglietto va dai 18 euro per la poltrona centrale, ai 13 per la poltroncina, fino ai ridotti a 10 euro per studenti fino a 25 anni e pensionati dai 65 anni in poi; le associazioni con sede a S. Benedetto del Tronto pagheranno 12 euro. Info: 0735.5869500.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 194 volte, 1 oggi)