Ospite dell’ultima serata del ciclo “Scintille, passioni e teorie del presente” sarà il poeta, critico, traduttore e libero docente GIANNI D’ELIA, autore di numerose raccolte poetiche, come: Non per chi va, Marcos y Marcos, Interludio, Bassa Stagione che delineano in particolare il suo percorso poetico, attento alla tradizione quanto alla concretezza materiale quotidiana.

L’opera di D’Elia interagisce con la necessità sempre più evidente di riconquistare una cultura in grado di disinnescare e delegittimare l’invadenza del messaggio televisivo.
Dice D’Elia: “alla sottocultura delle infrastrutture dovrebbe al più presto contrapporsi la sovrastruttura culturale, gli intellettuali, i professori, gli scienzati. Gli scrittori”.

Concetto questo già ripreso nelle conversazioni con gli altri ospiti: la forza della democrazia dipende non solo dalla capacità e dalla integrità della sua classe politica ma anche dalla cultura delle sue famiglie e dall’energia dei suoi cittadini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 143 volte, 1 oggi)