Il libro è incentrato sulla ricostruzione dell’episodio avvenuto nel novembre 1943, quando il maresciallo dei carabinieri Luciano Nardone e il carabiniere Isaia ceci furono assassinati dalle truppe naziste in ritirata per essersi opposti al tentativo dei tedeschi di rubare le derrate alimentari destinate alla popolazione.

Il volume fu stampato dall’Associazione Nazionale Carabinieri in occasione del 60° anniversario della tragica ricorrenza che cadde nel novembre dello scorso anno. La ristampa (che contiene anche aggiornamenti relativi alla cerimonia di novembre quando fu scoperta la lapide che ricorda l’evento nella piazza che porta il nome di Luciano Nardone) è stata voluta dal Consiglio comunale.

Scrivono i Consiglieri nella presentazione: “Siamo convinti che questa sia un’ottima occasione per trasmettere ai nostri ragazzi, senza cadere nella retorica, dei valori positivi come la lealtà, il rispetto della parola data, la generosità. Perché si tratta di un esempio che ci viene dalla vita vera, da un episodio che ha avuto come teatro la nostra città e che è descritto in questo libro con le dichiarazioni di testimoni oculari”.

“Ci auguriamo – concludono i rappresentanti dei cittadini in Consiglio – che i giovani che lo riceveranno ne sfoglino le pagine insieme ai loro genitori. E si soffermino a riflettere sul messaggio che, con il loro sacrificio, Luciano Nardone e Isaia Ceci, due servitori dello Stato, ci hanno voluto tramandare”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 230 volte, 1 oggi)