Legambiente, sotto l’alto Patronato del Presidente della Repubblica, grazie al contributo di Enel, e alla promozione di un comitato cui partecipano ANCI, Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome, UPI, Uncem, Federparchi, Ancim (Associazione Nazionale Isole Minori), Coldiretti, Confcommercio, Aiab (Associazione Italiana Agricoltura Biologica), Lega Pesca, Acli, Arci, Ana (Associazione Nazionale Alpini), Federculture, Compagnia delle Opere e Confesercenti, organizza la Festa nazionale dei piccoli Comuni, che si svolgerà domenica 28 marzo in più di ottanta Comuni marchigiani.

L’Italia è uno dei Paesi europei dove è più forte che mai l’identità comunale, un vero e proprio stato sociale per i cittadini che vi appartengono. I piccoli Comuni, che si stanno sempre più specializzando verso settori specifici del mondo lavorativo, dovrebbero diventare il vero motore propulsivo dell’Italia di oggi.

Voler bene all’Italia rappresenta l’iniziativa adatta per promuovere le tante potenzialità di questi centri, un’occasione in più per i cittadini italiani che potranno in questo modo rendersi conto di quale straordinaria ricchezza è presente in questi luoghi. In questa occasione, i piccoli Comuni metteranno in mostra le proprie ricchezze invitando tutti i cittadini italiani, e non solo, a scoprire le bellezze, la storia, le caratteristiche talvolta nascoste. Affianco a Comuni che parteciperanno solo in maniera simbolica, se ne affiancheranno altri che daranno vita ad iniziative che spaziano da visite guidate, a mostre di artigianato artistico locale, ai mercatini di prodotti tipici. Senza dimenticare l’aspetto enogastronomico che potrebbe fare da volano per sviluppare un nuovo tipo di turismo.

“Voler bene all’Italia – ha commentato Luigino Quarchioni, Presidente di Legambiente Marche – vuole essere un momento di rilancio per i piccoli Comuni, una grande giornata di scambio e di accoglienza, per tutelare i tanti cittadini che vivono nell’Italia minore ma anche per valorizzare lo straordinario patrimonio qui conservato e le incredibili risorse che questi territori sanno esprimere, una maniera nuova per comunicare l’idea che abbiamo dell’ambientalismo, della nostra Regione e del futuro. In Voler bene all’Italia – continua Quarchioni – c’è senz’altro quel concentrato di valore aggiunto rappresentato da quel mix straordinario di natura e cultura, di tradizioni e paesaggi, di prodotti tipici e di qualità, elementi essenziali per un futuro sostenibile, durevole e desiderabile.”

I comuni marchigiani della provincia di Ascoli Piceno che hanno aderito all’iniziativa sono: Altidona, Amandola, Arquata del Tronto, Belmonte Piceno, Campofilone, Castignano, Falerone, Grottazzolina, La pedona, Malignano, Massafermana, Montappone, Montefiore dell’Aso, Montefortino, Montegiberto, Monte Leone di Fermo, Montemonaco, Monterubbiano, Monte San Pietrangeli, Monte Vidon Corrado, Montottone, Pedaso, Rapagnano, Ripatransone, Santa Vittoria in Matenano, Servigliano e Smerillo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 124 volte, 1 oggi)