È dura proseguire il cammino in campionato senza voltarsi indietro ed accorgersi di aver commesso sbavature che potrebbero risultare insanabili. La stagione era iniziata male per il Centobuchi. Sconfitte in campo e nel morale donavano solo dolori in classifica. Una posizione che non avrebbero certo meritato ma che in quel momento era da accettare. Poi una inversione di rotta, la squadra stava reagendo alla mala sorte. Una cavalcata che ha portato il team di Marocchi tra le squadre che contano, quelle che lottano per la promozione. Solo che il risveglio della primavera ha bruscamente frenato il Centobuchi. Serie di pareggi che non hanno portato nulla di buono se non addirittura il rischio di uscita dai play off.

Sarebbe un colpo tremendo non dover centrare l’obbiettivo degli spareggi promozione. Il tecnico Marocchi, prima della gara con il P.S. Elpidio e durante la settimana, aveva fatto scelte diverse dal solito per scuotere gli animi dei ragazzi. Purtroppo la delusione di non vedere gli esiti sperati è stata forte. Per il mister del Centobuchi occorre cambiare mentalità, quella adottata la settimana scorsa è rischiosa al fine dei play off. Bisogna tornare a giocare con la brillantezza di una volta poiché le dirette inseguitrici non aspettano altro che un passo falso per farsi strada tra le grandi. Settimane difficili quelle a venire, due trasferte alquanto ostiche con Lucrezia e Caldarola (sesta ad un solo punto di distanza) e una gara casalinga con la vice-capolista Montegiorgese. Soltanto la continuità dei tre punti potrebbe portare un po’ di serenità nell’ambiente.

AVVERSARIO: Il Lucrezia è il prossimo avversario del Centobuchi. È terz’ultimo in classifica insieme ad altre formazioni (Fossombrone, Recanatese, Camerino) con stesso parità di punteggio (27). In casa ha ottenuto cinque vittorie contro l’unica in trasferta. Ha chiuso gli incontri in parità nove volte di cui cinque sul proprio terreno di gioco e quattro fuori. Undici le gare da cui è uscita sconfitta, sette esterne rispetto alle quattro interne. Davanti al pubblico di casa ha messo a segno quattordici reti pari a quelle subite. In trasferta ha realizzato dieci gol contro i diciotto incassati. Curiosità: il Lucrezia ha la stessa media statistica casalinga che il Centobuchi possiede non solo in casa ma anche lontano dalle mura amiche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 113 volte, 1 oggi)