Purtroppo, come spesso accade, i problemi da risolvere vengono accantonati in queste circostanze e sacrificati alla necessità di vendere illusioni che, in campagna elettorale (purtroppo) continuano a rendere più dei fatti concreti. Guai, per esempio, a prendere di petto, adesso, la spinosa questione Gaucci-Samb-Comune di San Benedetto del Tronto. Non conviene a nessuno, è il momento questo di dire sì a tutti, guai a farsi nemici tra chi potrebbe non condividere certe idee o prese di posizione, seppur giuste e corrette.
Al limite si manda alla graticola quel Pier Luigi Tassotti che non si identifica in una precisa posizione partitica ma semplicemente in quella di un super tifoso della Samb che, dopo gli errori commessi ai tempi di Venturato, ora va in cerca di riscatto. Nessuna dichiarazione nemmeno da chi (Perazzoli, Colonnella, ecc.), mangiando qualche sera fa nello ‘stesso piatto’ di Luciano Gaucci, si sarebbe indirettamente schierato da una parte facendo gridare allo ‘sciacallaggio’ alcuni giornalisti ma non chi (CDL, UDC ecc), al limite, ne avrebbe avuto più ‘diritto’. No, perchè non è detto che chi, tra gli elettori, sposa attualmente la tesi Gaucci, sia di un unico colore politico e una presa di posizione avrebbe semplicemente fatto perdere voti. Normale? Per il sottoscritto no perchè in questo modo, non solo si evita di fare chiarezza ma si offende i potenziali elettori, non considerandoli in grado di intendere e di volere. Per uno strano modo di intendere la politica, non merita di essere votato chi si comporta meglio o chi ha più idee o chi è più bravo ma semplicemente chi riesce a farsi meno nemici. Finché sarà così, i migliori si allontaneranno sempre più dalla politica e non posso dar loro torto. A rimetterci, come sempre, l’intera comunità finché… la corda non si spezza.
Una cosa simile sta succedendo per la nostra verifica (pagine 2 e 3) sulla necessità di Unione o Fusione tra i Comuni dell’attuale Riviera delle Palme: nessuno evita di rispondere alle nostre domande o si mostra sfavorevole ma è abbastanza intuibile che alcuni di loro ne farebbero volentieri a meno, in conseguenza del minor numero di ‘Poltrone’ che servirebbero.
Ciononostante, noi continuiamo imperterriti e, quando sarà il momento, chiederemo con forza di passare ai fatti. Siamo certi che quasi tutti i cittadini interessati saranno con noi e, chi ha bleffato, dovrà venire allo scoperto o semplicemente mettersi in concorrenza.
L’altro problema che stiamo trattando con decisione è quello dell’inquinamento (pagina 4). Stiamo dimostrando che il nostro territorio non naviga in buone acque (pardon arie) e gradiremmo che le istituzioni pensassero ai rimedi anche in clima elettorale.
Ne vale la nostra salute ed un po’ anche la credibilità del nostro progetto. Con Riviera delle Palme News e con il quotidiano on line www.sambenedettoggi.it stiamo facendo quello che nessun altro organo di informazione fa (Inchieste, denunce, rivelazioni ecc). Cose che riteniamo necessità irrinunciabili per un territorio come il nostro, da troppo tempo senza controlli e controllori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 171 volte, 1 oggi)