Impresa. Così è da definire l’incontro che i ragazzi di Severini hanno disputato domenica davanti agli ottocento sostenitori di casa. Non si poteva chiedere di più perché non si poteva chiedere di meglio. Un successo che rimescola le carte in campionato. Da una situazione precaria in cui lo spettro dei play out sembrava dovesse essere il pensiero principe con cui convivere gran parte della stagione, ad una situazione in leggera ascesa. Sono stati necessari un paio di risultati azzeccati, qualche passo falso di chi si trovava in corsa ed ecco che i giochi sono tornati ad essere partecipi e far partecipe anche i biancoazzurri. Dopo quel periodo di crisi invernale, credevate che il Grottammare potesse riapprodare nelle vicinanze delle zone che contano? Il minimo sono i play off, sei sono le squadre appaiate con lo stesso punteggio (38) a partire dalle quarta in classifica compresa la squadra di Severini. Tutto è possibile. Ed i programmi di inizio stagione, seppur matricola, possono essere perfettamente rispettati.

La prestazione nel derby di sette giorni fa, ha suscitato un’unica ovazione, il Grottammare è tornato quello di una volta. Quello dal carattere incondizionato investito da una grande forza. Una prova palesemente dimostrata, addirittura in nove, ha lottato con un cuore immenso. Un successo che il tecnico Severini ha definito storico, sia per le difficoltà incontrate causa la doppia inferiorità numerica sia perché gli schemi erano saltati. Ma è stato in questo momento critico che la squadra ha tirato fuori prima le qualità umane poi quelle calcistiche che hanno garantito una grande prestazione. Buoni presupposti per la prossima gara, il Grottammare andrà a far visita al Frascati.

AVVERSARIO: il Frascati si trova in penultima posizione con 28 punti, uno in più dell’ultima (il Todi) e uno in meno della terz’ultima (la Maceratese). Ha ottenuto sette vittorie di cui sei casalinghe ed una esterna. I pareggi se ne contano due davanti ai propri sostenitori e cinque fuori dalle mura amiche. Ben tredici le sconfitte, cinque sul proprio terreno di gioco contro le otto esterne. Un attacco casalingo piuttosto prolifico con diciannove reti ma sedici quelle subite. In trasferta è più restio, ha segnato soltanto sette reti incassandone quindici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 154 volte, 1 oggi)