In un momento in cui la discussione e la riflessione diventano più che mai momenti fondamentali per l’individuo, l’Amministrazione comunale di Grottammare offre la possibilità di tornare a parlare sulla possibilità di contribuire alla “ricostruzione? di un mondo che non sia governato semplicemente da leggi economiche, ma che possa davvero insegnare qualcosa di formativo alle persone, non in quanto cittadini ma in quanto uomini.

Dopo che i “tragici fatti? di Madrid hanno portato con estremo clamore il terrorismo nella vecchia Europa, e dopo che l’ormai ex governo Aznar si è visto punito con le elezioni per le dichiarazioni più o meno veritiere rilasciate circa la responsabilità degli attentati, urgono momenti di dialogo vero, che sia fondato sulla capacità di ognuno di noi di cambiare, o per lo meno di riflettere su tematiche sempre più attuali.

L’incontro con Gianni Minà, giovedì 18 marzo, costituirà lo spunto per provare a rispondere a domande sulle condizioni presenti, per provare a riaccendere quelle passioni che sembrano sopite. Nato nel 1938 a Torino, Minà ha collaborato come conduttore televisivo e giornalista a diversi quotidiani e settimanali italiani e stranieri; è autore di documentari come quelli su Mohammed Alì, Fidel Castro, Che Guevara o il subcomandante Marcos. Ha pubblicato diversi libri, è stato alla direzione di “Tuttosport? e ha curato per Raidue il programma di interviste “Storie?. L’appuntamento è per giovedì 18 marzo alle ore 21,00 presso la Sala Kursaal di Grottammare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 136 volte, 1 oggi)