Il destino della partita sembrava segnato: nella ripresa la Samb stava dominando. Senonché, dal 25′ minuto, tutto è cambiato. Gol annullato

al Sora e putiferio in campo: mister Capuano (che show in tribuna! Leggi sul fondo) cerca di imitare Simoni in quel famoso Juve-Inter, entra

in campo e si trascina dietro giocatori e panchinari. Dall’altra parte del campo, si accende una mischia che vede coinvolti, principalmente, il

sambenedettese Fanesi e l’ex interista Taccola. A dare man forte a Fanesi arriva un tifoso rossoblù, che ha scavalcato i cancelli ed è

penetrato fino al centro del campo. Fanesi, a cui tutto può far difetto meno che l’antica anima da tifoso rossoblù, intima al tifoso di tornare

in curva. Nel frattempo i celerini, da bordo campo, inseguono il tifoso, che è contemporanemente inseguito da Fanesi: l’ultras rossoblù salta

il cancello e rientra in curva, mentre Fanesi, subito dietro, fa segno agli uomini delle forze dell’ordine di non preoccuparsi troppo, che è tutto a posto…Scene di un calcio di un tempo andato! A far da contraltare a Fanesi, c’è stato però mister Capuano. Espulso dall’arbitro Brunialti, Eziolino Capuano, applauditissimo dai suoi tifosi, si è sbracciato dalla tribuna per guidare la sua squadra: in maniche di camicia, ha cambiato tre “postazioni di comando”, a seconda di quali giocatori avessero bisogno di consigli: prima in attacco, poi a centrocampo, infine in difesa (foto su www.sambenedettoggi.it). Insomma, una domenica di calcio d’altri tempi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 130 volte, 1 oggi)