La Galleria Marconi di Cupra Marittima prosegue gli appuntamenti del programma White Project, un ciclo di mostre, ideato da Mauro Bianchini, che ha lo scopo di indagare, attraverso le opere di artisti contemporanei, il settore artistico internazionale. Domenica 14 marzo propone una mostra collettiva di Cristian Frisoni e Maurizio di Feo, due artisti la cui pittura crea un senso di solitudine permanente, un sentimento puro, un’urgenza espressiva che si riversa violentemente sul quadro.

Frisoni si esprime con una pittura in cui anche i toni cupi si accendono di bianchi straordinari, luci diffuse strappano le figure dall’oblio del fondo, perchè bianco o nero che sia ma che “è comunque dimenticanza?. Una pittura immediata che mantiene sì una raffinatezza formale, ma non sempre si piega alla rigidità della tecnica, come quando l’autore interviene con le mani sul colore ancora fresco.

Una pittura intima e riflessiva in forte contrasto con il lavoro di Di Feo che rappresenta “autoritratti sociali?. “Ironico ed intelligente questo giovane artista attinge dalle pagine patinate dei rotocalchi i materiali, sia fisici che concettuali con i quali compone le sue opere? (Stefano Verri). Una pittura acrilica ricca a volte, altre volte essenziale, che rielabora le piattaforme fatte di ritagli tentando di tessere una “metafora epocale del mal di vivere?.

L’inaugurazione avverrà domenica 14 marzo alle ore 18.00, presso la Galleria Marconi di Franco Marconi in C.so Vittorio Emanuele 70, Cupra Marittima. La mostra sarà aperta fino al 15 aprile, tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00, domenica esclusa. Per informazioni rivolgersi al tel/fax 0735778703 o al sito internet www.siscom.it/marconi, e-mail galmarconi@siscom.it

Dario Ciferri

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 77 volte, 1 oggi)