Nato a Birmingham 52 anni fa, da giovane è andato alla conquista del mondo con un trio che ha fatto la storia del rock: gli “Emerson, Lake & Palmer” appunto. La leggenda del grande Trio iniziò nella primavera del 1970, quando Palmer ricevette una telefonata da Keith Emerson, che gli spigò che volva avviare un nuovo progetto artistico col cantante-bassista dei King Krimson, Greg Lake.

Il gruppo esordisce nel mese di agosto con un concerto a Plymouth, nel Devon. Hanno tutti alle spalle esperienze importanti, ma solo quando suonano insieme riescono ad espandere i confini del rock, citando la grandiosità della musica classica. Il mondo se ne accorge grazie ad una storica esibizione al festival dell’Isola di Wight, il 29 agosto. È una rivelazione.

Gli show del gruppo, spettacolari ed eccessivi, sconcertano e ammaliano sia l’America che la natia Inghilterra. Ne vengono registrati alcuni, archiviati per future pubblicazioni. Gli show sono sempre più spettacolari ed Emerson ne paga le conseguenze: durante un concerto a San Francisco la sua tastiera esplode, letteralmente, per via di un effetto speciale venuto male e il musicista si ferisce le mani. L’attività del gruppo rallenta. Con gli anni ’80 inizia il declino. Ma la leggenda del gruppo continua ancora.

Biglietto d’ingresso 15 euro previa tessera d’iscrizione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 83 volte, 1 oggi)