L’assessore all’ambiente Ruggero Latini e l’amministratore delegato di Picenambiente, Leonardo Collina, hanno presentato questa mattina alla stampa il riepilogo sulla raccolta dei rifiuti relativo al 2003. All’incontro ha partecipato anche il presidente dell’Assoalbergatori, Nelson Sulpizi. “Ogni anno – ha rilevato Latini- siamo tenuti a fornire un resoconto annuale dell’attività di raccolta dei rifiuti. Insomma, gli esami non finiscono mai. Comunque possiamo dire di aver superato con pieno merito anche questa prova”.

“Nel 2003- ha aggiunto Latini- la quantità di rifiuti raccolti è rimasta praticamente invariata rispetto all’anno precedente. Molto positivo è stato il dato relativo alla raccolta differenziata. Rispetto al 2002 abbiamo ottenuto un aumento dell’11%. Ciò ha avuto riflessi positivi anche sulla ricicleria comunale. Il dato più confortante giunge dalla raccolta della plastica, con un crescita notevole dei conferimenti, oltre il 900%”.

Trend positivo anche per il conferimento dei rifiuti organici. “E’ un risultato davvero eccezionale. La raccolta dei rifiuti organici nel 2003 ha fatto registrare un aumento del 126%”, ha spiegato Latini. “Sono davvero rimasto sbalordito da questo dato- ha commentato il presidente dell’Assoalbergatori Sulpizi- soprattutto perché questo tipo di raccolta è volontaria e non obbligatoria come le altre. Gli esercizi alberghieri ne hanno tratto notevoli vantaggi”.

In calo il dato relativo ai cosiddetti ‘ingombranti’. “E’ un risultato che deve essere letto in un’ottica particolare” ha spiegato l’amministratore delegato di Picenambiente Collina. “Questo tipo di raccolta è diverso dagli altri, poiché è a chiamata, ossia dipende dalla richiesta delle famiglie”.

“I dati sulla raccolta a San Benedetto sono davvero confortanti” ha aggiunto Collina. “Il miglioramento è stato sia quantitativo sia qualitativo. Devo rilevare, inoltre, che la richiesta di servizi da parte delle amministrazioni comunali è sempre maggiore. Ci stiamo attrezzando per questo ma ci aspettiamo una collaborazione concreta”.

L’assessore Latini ha fissato, quindi, gli obiettivi dell’Amministrazione comunale: “Dobbiamo puntare necessariamente alla riduzione dei rifiuti destinati alla discarica, che richiede costi elevati. L’obiettivo finale è l’ambizioso 35% di rifiuti da destinare alla raccolta differenziata, fissato dal Decreto Ronchi. Oggi siamo ancora al 18% ma non ci scoraggiamo, la strada tracciata è buona. ”.

Latini ha concluso il suo intervento annunciando nuovi interventi dell’Amministrazione per agevolare le famiglie nel conferimento dei rifiuti da destinare alla raccolta differenziata: “Nel giro di breve tempo sarà rafforzata la presenza di cassonetti stradali per facilitare la preselezione delle famiglie. Duecento saranno per la carta, altri cento serviranno per la raccolta di metallo e multimateriale. Un investimento consistente che non ci ha impedito, per il terzo anno consecutivo, di mantenere invariata la Tarsu”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 150 volte, 1 oggi)