La Giunta si presenta in Consiglio ribadendo la fedeltà alla linea politica adottata dal suo insediamento: anche quest’anno, infatti, non verranno aumentate le aliquote di ICI, Tarsu, Tosap, tasse sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni. Si è invece proceduto all’adeguamento delle tariffe dei servizi a domanda individuale all’indice del costo della vita così come calcolato dall’ISTAT.

Il Bilancio del Comune di S. Benedetto (quasi 55 milioni di euro di entrate e altrettante di uscite) prevede, in entrata, un aumento di 60mila euro per attività di accertamenti e di 150.000 euro per l’attività di competenza in materia di ICI mentre perde l’introito delle tariffe fogne e depuratori in quanto la gestione dell’intero ciclo delle acque è passato all’A.T.O.

Per quanto riguarda gli investimenti, per il 2004 si segnalano l’intervento di valorizzazione del lungomare (per quest’anno limitato a 700 metri per una spesa di circa 2,1 milioni di euro), la realizzazione della nuova scuola “Curzi? per 3.082.000 euro, il sistema fognario in varie parti della città, a cominciare da Piazza S. Giovanni Battista (800.000 euro) e via Monte Conero (630.000 euro), il ripascimento delle scogliere per 720.000 euro, il dragaggio del porto per 150.000 euro, il nuovo arredo di viale Moretti ad ovest della rotonda per una spesa complessiva di 800 mila euro.
Tutti investimenti che l’Amministrazione intende realizzare senza ricorso a nuovi mutui ma utilizzando risorse proprie, ricorrendo alle alienazioni, al contributo di terzi, o all’intervento diretto del privato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 77 volte, 1 oggi)