La trama è semplice: Pasquale Grifone, un facchino, a cui piace bere, sogna che Dante, il sommo poeta, gli da quattro numeri da giocare al lotto ma gli rivela anche il giorno e l’ora esatta della sua morte: gioca, vince e diventa ricco. La famiglia è felice di questa nuova vita, solo il povero Pasquale è “in agonia? preoccupato dell’avverarsi della seconda profezia di Dante che, di lì a poco lo vuole nel regno dei cieli. E quando viene il giorno ultimo…
Scritto da Eduardo De Filippo, questo testo teatrale fu messo in scena per la prima volta nel 1936; nel 1956 ne fu tratto anche un film con Eduardo, Pupella Maggio e Pietro de Vico; diretto nell’originario spazio teatrale da Mario Scarpetta, – con Mario Scarpetta, e con Maria Basile e Enzo Romano, Michele Danubio, Paola Di Somma, Francesco Mastandrea, Ivano Schiavi, Daniela Scodes, Roberta Serrano – Sogno di una notte di mezza sbornia sarà in scena giovedì 11 marzo alle ore 20,30 al Teatro Serpente Aureo di Offida, Piazza del Popolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 124 volte, 1 oggi)