Venni, vidi…ed esonerai. Questo potrebbe essere il succo della visita di Luciano Gaucci a San Benedetto. Dopo la partita, il patron romano ha rilasciato spizzichi di dichiarazioni abbastanza esplicite (abbastanza, e non totalmente, bisogna far notare).

Sauro Trillini sembra essere arrivato al capolinea: la differenza tra la partita di ieri e tutte le altre gare giocate negli incontri casalinghi è minima – si tratta di una costante di questo campionato della Samb. Nonostante la Samb abbia perso solo una volta negli ultimi quattro mesi, il rendimento casalingo relega la Samb ai margini della zona play-off, e adesso, nonostante si sia raggiunto il Lanciano, bisogna fare i conti con la veemente risalita del Benevento, e persino con il Teramo.

Se qualche decisione sul tecnico verrà presa, dovrà avvenire in giornata. E in quel caso, dovrà essere nominato il nome del sostituto. Tra i papabili, ci sono, in prima fila, Guerini e Vullo. Ma non ci stupiremmo se nella difficilissima trasferta di Sora l’allenatore della Samb fosse ancora Sauro Trillini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 91 volte, 1 oggi)