Il prof. Emidio Galiè presenta a Sambenedettoggi.it il Progetto Leonardo Intercat:

“Il progetto pilota Leonardo denominato “International Catering Training for Unemployed Young People“, abbreviato “INTERCAT”, finanziato dall’Unione Europea, vede la collaborazione di tre partners: l’I.P.S.S.A.R. – Italia, l’Ecole Hôtelière du Périgord – Francia (500 alunni) e il Stratford-upon-Avon College – Inghilterra (7.000 alunni).

L’architettura del progetto ha come obiettivo prioritario quello di formare un gruppo classe di ogni Paese, composto da 20 allievi: 15 allievi frequentanti la scuola e 5 persone già occupate nel settore cucina. Gli allievi di questo progetto dovranno avere competenze linguistiche, informatiche e saper sviluppare alcune ricette regionali delle tre nazioni. Il progetto dovrà iniziare a settembre 2004 e terminare a giugno 2005. Si svilupperà in un corso dell’area professionalizzante.

I tre moduli saranno formati da 4 U.D. così suddivise: ingredienti, preparazioni, ricette regionali e integrate, commercializzazione. Il monte ore previsto è di 66 ore per ogni modulo e stage nelle aziende del nostro territorio. Sono previste lezioni in luogo ed in videoconferenza.
Il progetto prevede la creazione di un’apposita pagina web sul nostro sito, la quale sarà collegata alla home page del sito del College di Stratford-upon-Avon.

Ogni scuola preparerà un Cd e un Dvd che rappresenteranno la base dell’apprendimento e che saranno messi in vendita, in quanto i risultati del progetto sono strumenti che facilmente potranno essere utilizzati come aggiornamento professionale da chef e lavoratori del settore.
La validazione del progetto sarà effettuata da un ente certificatore inglese.

Con INTERCAT nasce il prototipo dello chef europeo, capace di lavorare in uno di questi tre Paesi e di avere competenze in grado di sviluppare le specialità delle tre cucine e di integrarle tra loro (fusion-cuisine).
L’importante progetto è stato finanziato poiché ha tra le sue finalità quelle stabilite dall’Unione Europea nell’ultimo incontro di Lisbona, dove un programma di lavoro dettagliato (”Istruzione e Formazione 2010”) ha fissato un obiettivo strategico forte: entro il 2010 l’Unione deve “diventare l’economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economia sostenibile con nuovi migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale“.

Tale obiettivo si deve sviluppare attraverso alcune importanti leve che il nostro progetto prende in considerazione come: l’apprendimento per tutto l’arco della vita (per i cinque occupati già nelle aziende che vogliono continuare ad apprendere), l’insegnamento a distanza (e-learning tra i tre Istituti), un’alta formazione tecnologica (realizzazione di Cd e Dvd, l’utilizzo continuo di internet e della posta elettronica) e la conoscenza di almeno tre lingue (inglese, francese e italiano).

Le aziende del territorio possono fin da adesso segnalare un loro professionista perché faccia parte della classe pilota o in seguito chiedere a uno degli allievi di uno dei tre Paesi di lavorare per loro o infine acquistare un Cd o Dvd per promuovere l’aggiornamento del proprio personale.
L’I.P.S.S.A.R. desidera essere una leva competitiva del settore turistico comprensoriale Piceno, attraverso uno sguardo attento all’Europa ed ai suoi progetti di settore più competitivi”.

Prof. Galiè Emidio (I Collaboratore del Dirigente scolastico)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 154 volte, 1 oggi)